Catalogo / La famiglia che perse tempo

La famiglia che perse tempo
ISBN 9788874626397
2015, pp. 168
120x190, brossura con bandelle
€ 14,00
€ 11,90 (prezzo online)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

La casa era temporaneamente disorientata e dai muri delle camere si stava staccando la carta fiorata.

Maurizio Salabelle è uno straordinario scrittore italiano che somiglia incredibilmente ai disegni di Jacovitti; non ci sono i salami per terra, ma ci sono gli aggettivi, usati come fossero avanzi di cucina che danno la stessa puzza al paesaggio. La storia si snoda in mezzo a una famiglia compressa in una cucina che sa di fritto e minestra, in una comicità continua e leggera spalmata su tutto. Un modo di narrare unico e ben riconoscibile, assolutamente defilato dalle convenzionali scritture d’oggi. Questo è il primo romanzo che Salabelle ha scritto, alla fine degli anni Ottanta, fino ad oggi rimasto inedito, forse il più caratteristico della sua fantasia. Storia di una famiglia bislacca (è dir poco) dove gli orologi vanno per conto loro, creando fasi di tempo posticcio, ritagli di tempo, periodi bianchi ecc. Difficile riassumere un libro così fantasioso, pur se scritto in modo limpido, scintillante e impercettibilmente comico.

L'autore
Maurizio Salabelle

Maurizio Salabelle (1959-2003) ha vissuto in Toscana, dove insegnava. Ha collaborato con bellissimi pezzi alla rivista «Il Semplice». Ha pubblicato Un assistente inaffidabile (Bollati Boringhieri, 1992), Il mio unico amico (Bollati Boringhieri, 1994), Il caso del contabile (Garzanti, 1999), L’altro inquilino (Casagrande, 2002), Il maestro Atomi (Comix, 2004).

Volumi della stessa collana