Catalogo / Il villaggio di Stepànčikovo e i suoi abitanti

Il villaggio di Stepànčikovo e i suoi abitanti
Traduzione di Alfredo Polledro
ISBN 9788874628315
2016, pp. 276
120x190 mm, brossura con bandelle
€ 15,00
€ 12,75 (prezzo online)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

«Figuratevi il più insignificante, il più meschino degli uomini, un rifiuto della società, non necessario ad alcuno, del tutto inutile, del tutto ripugnante, ma di un amor proprio smisurato» – F.D.

Questo è uno dei romanzi meno conosciuti e più riusciti del grande scrittore russo. Dove l’orrendo e insopportabile protagonista, Fomà Fomìč, detta legge nella piccola corte famigliare della generalessa Krachòtkina nel paesino di Stepànčikovo, come un Rasputin di ultima categoria.
È un romanzo abbondantemente comico, cosa rara in Dostoevskij. Fomà Fomìč chiacchiera, mena la lingua, fa l’intellettuale onnisciente, intontisce tutti a furia di istruzione, vuole insegnare il francese anche ai contadini; sembra un personaggio isterico e sbraitante della televisione d’oggi, un tuttologo spudorato, che a buttarlo in mezzo al letame continuerebbe a cianciare. Appartiene alla schiera dei rancorosi falliti; ce n’è uno in ogni romanzo di Dostoevskij, qui è eccezionalmente caricaturale e antipatico.
Il libro è del 1859, anticipa le Memorie del sottosuolo e i suoi grandi più noti romanzi.

L'autore
Fëdor Dostoevskij

Fëdor Dostoevskij (1821-1881), uno dei più famosi scrittori russi; si legge tuttora con grande passione e utilità.

Volumi della stessa collana