Autori / Aleksandr Puskin

Aleksandr Puskin

Aleksandr Puškin, nato a Mosca nel 1799, fu ed è uno dei più amati poeti russi. Scrisse in versi poemetti e liriche (Ruslan e Ljudmila, 1820; La fontana di Bachčisaraj, 1822; Il cavaliere di bronzo, 1833; ecc.), in prosa (I racconti di Belkin, 1830; La dama di picche, 1834; La figlia del capitano, 1836; Il viaggio ad Arzrùm, 1836; ecc.), per il teatro (Boris Godunov, 1831), e il romanzo in versi Evgenij Onegin (1831). Si può dire che fece del russo parlato e comune la lingua della letteratura, molto imparando dalla sua njanja Arina Rodionovna, dalla quale bambino ascoltava le antiche fiabe popolari. L’opera di Puškin fu alla base di gran parte del teatro musicale russo dell’Ottocento (il Boris Godunov fu musicato da Musorgskij; La dama di picche e l’Evgenij Onegin da Čajkovskij). Geloso della moglie, e forse a ragione, sfidò a duello un tale Georges D’Anthès, bellimbusto francese, rimanendone ucciso a soli 37 anni; circa come era successo ad uno dei suoi personaggi (il giovane poeta Lenskij) nell’Evgenij Onegin. Fu sepolto nel monastero di Svjatyja Gory, vicino a San Pietroburgo.

Pubblicazioni dell'autore
Aleksandr Puskin

Eugenio Oneghin

euro 11,90