Catalogo / Coscienza, visione, progetto

Coscienza, visione, progetto
La Cooperativa Architetti e Ingegneri di Reggio Emilia
ISBN 9788822901453
2017, pp. 324
230x215 mm, brossura con bandelle, con illustrazioni a colori e bn
€ 32,00
€ 27,20 (prezzo online)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Fondata nel 1947 da un gruppo di giovani formatisi al Politecnico di Milano sotto il magistero di Franco Marescotti, la Cooperativa Architetti e Ingegneri di Reggio Emilia è la prima cooperativa di professionisti e intellettuali. Nasce dalla rivoluzionaria ambizione di armonizzare due modelli che apparivano inconciliabili: quello cooperativo del lavoro manuale e quello individuale delle discipline intellettuali. Il gruppo fa leva su competenze multidisciplinari (vi hanno sempre operato urbanisti, architetti, ingegneri, economisti), ma senza con ciò tradire le diverse anime dei soci, a partire dai nove fondatori, in una regione e in una città fortemente segnate da varie sfumature di «misticismo cooperativo»: dossettiana, socialista, laico-liberale. Infatti, il punto di forza sta proprio nell’«anima plurale» del progetto, a tutte le scale – dalla dimensione territoriale a quella architettonica, dagli interni ai dettagli, in un sapiente dosaggio di artigianato e prefabbricazione che costituisce il segreto del suo successo nazionale e internazionale. Il presente volume ripercorre i settant’anni di una storia ininterrotta che vede il succedersi di una moltitudine di soci e professionisti, e trova così, in questo specchio dell’architettura italiana, molte ragioni per rivalutare il modello non-autoriale e collaborativo.

Alcune pagine
Indice
  • Graziano Delrio, Stefano Bonaccini, Giammaria Manghi, Luca Vecchi, Andrea Volta, Giovanni Monti, Mauro Lusetti, Mauro Severi, Saluti
  • Tra modello e visione
    • Andrea Zamboni, Una comunità di progetto. Il modello della Cooperativa Architetti e Ingegneri di Reggio Emilia
    • Marzia Maccaferri, Una cooperativa di intellettuali: l’incontro tra i valori cooperativi e la pianificazione urbana
    • Manfredo di Robilant, Realismo non-socialista. Il progetto per il quartiere INA-Casa Sant’Agnese a Modena, 1952-57
    • Alba Magnani, La testimonianza di un socio fondatore. Intervista a Franco Valli
    • Chiara Piacentini, Maria Piacentini, I ragazzi dell’estate
    • 1947-62. La Cooperativa Architetti e Ingegneri di Reggio Emilia: quindici anni di attività. Riproduzione fotografica
  • Tra memoria e futuro
    • Paolo Genta, Matti da legare
    • Maicher Biagini, Paolo Genta, Il bar delle balene. Conversazione con Franco Valli
    • Edifici e spazi pubblici
    • Abitare e scuole
    • Chiese e restauro
    • Direzionali e grande distribuzione
    • Industria, impianti, energia
    • Ospedali e sanità
  • Apparati
    • Medardo Chiapponi, L’Archivio Piacentini
    • Timeline
    • Una cooperativa di persone
    • Elenco delle opere
    • Crediti e progetti
    • Bibliografia
    • Videografia
    • Fonti archivistiche e fotografiche
    • Compagine sociale attuale
    • Ringraziamenti
Paolo Genta

Paolo Genta, ingegnere, entra in CAIRE nel 1990, di cui diviene socio nel 1993, ed è socio fondatore di CAIRE Pro e di CAIRE Urb. Svolge la sua attività professionale e manageriale dapprima interamente all’interno di CAIRE e poi, dal momento della sua costituzione, all’interno di CAIRE Progettazione, divenendone consigliere di amministrazione nel 2005 e presidente dal 2011 al 2017. Collabora con alcuni soci fondatori e soci della prima ora di CAIRE, tra cui Franco Valli, Aldo Ligabue, Antonio Rossi, Paolo Voltolini, Ermanno Grasselli, Nanni Ferrari, e in quasi trent’anni svolge la sua attività in numerosi progetti, in quasi tutti i campi della tecnica: strutture, infrastrutture, informatica applicata, trasporti, architettura tecnica, ambiente, impianti, energia e sicurezza. È membro della direzione nazionale di Legacoop Produzione e Servizi.

Andrea Zamboni

Andrea Zamboni, architetto, è dottore di ricerca e docente di Progettazione architettonica presso l’Università di Bologna. Fra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo Dominique Perrault (Motta/Actes Sud, 2010), L’architettura del Novecento a Reggio Emilia (Bruno Mondadori, 2011), Dall’involucro all’invaso. Lo spazio a pianta centrale nell’opera architettonica di Adalberto Libera (BUP, 2015), oltre a quelle apparse sugli archivi di Carlo Lucci, Antonio Pastorini e Prospero Sorgato. Dal 2013 fa parte del Centro Studi della rivista internazionale «Domus», dove si occupa di progetti speciali come Future African Cities (2017), numero zero di «Domus Africa». È cofondatore di Zamboni Associati Architettura.

Volumi della stessa collana