Catalogo / Polittico del Sangue amaro

Polittico del Sangue amaro
Lettura della poesia di Valerio Magrelli
ISBN 9788822901804
2018, pp. 144
115x190 mm, brossura
€ 12,00
€ 10,20 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Il libro è l’analisi serrata della sezione La lettura è crudele. Undici endecasillabi in forma di ipertesto, presente nel libro in versi Il sangue amaro di Valerio Magrelli. La lettura si basa su un unico e radicale metodo critico: l’auscultazione del verso; la declinazione esegetica di ogni componente della sillabazione espressiva. Il risultato che ne deriva è avvincente. Se la lingua di Valerio Magrelli nasce dall’errore o meglio da un vero e proprio disturbo linguistico dell’Io, non ha tuttavia per obiettivo la registrazione di una nuda testimonianza. C’è ben altro: si potrebbe persino parlare di una segreta condizione epica. La volontà della lingua è sanare l’errore, è proporre la poesia come una forma di soluzione, se non addirittura di terapia dell’Io. Tutto ciò che è il tipico stile di Magrelli (l’alchimia della sua razionalità, i giochi intellettuali, l’astrazione di un tic e l’improvviso lirismo di uno squarcio) assume il contorno di una grande macchina vivente di distillazione. La poesia di Magrelli è pensante, non tuttavia perché ermeneutica: quanto per uno straordinario sottile prammatismo di fondo che permette a ogni immagine, come a qualsiasi sonorità, di trasformarsi in una potente architettura del senso. Il lavoro critico che ne deriva è la simmetrica costruzione di una macchina esegetica. La critica letteraria, da pensiero di servizio, sa definire, attraverso le parole della poesia, un’inedita visione della realtà contemporanea: soprattutto sa misurare l’«altezza» morale e conoscitiva che va richiesta, ancor più oggi, alla creatività poetica.

Indice
  • Tutto il male del mondo
  • [Matrice]
  • 1. Ti guardo, cerco di guardarti dentro, 33
  • 2. come se mi sporgessi su un abisso. 41
  • 3. Mi affaccio al parapetto e guardo giù 55
  • 4. in fondo al tuo silenzio, mentre leggi 63
  • 5. in una lontananza irraggiungibile. 73
  • 6. Vorrei stare con te lì in basso, invece 81
  • 7. resto inchiodato a questo ponticello 91
  • 8. atterrito e remoto, separato, 97
  • 9. legato alla vertigine che amo, 103
  • 10. se amore è la distanza che ci chiama 109
  • 11. e insieme la paura di varcarla.
  • Il Bene è tutto qui
  • Bibliografia
  • Abstract
  • Notizia biografica
L'autore
Arnaldo Colasanti

Arnaldo Colasanti (1957) è scrittore e critico letterario. Tra i suoi libri i saggi A giorno chiaro. Ritratti di poesia italiana (Rotundo, 1991), Novanta. Il conformismo della cultura italiana (Fazi, 1996), Rosebud. Una generazione di scrittori italiani (Quiritta, 2003), La stanza chiara. La narrativa di Enzo Siciliano (Fandango, 2010), Febbrili transiti. Frammenti di etica (Mimesis, 2012), Suite celeste. Saggi di letteratura francese (Gaffi, 2014), e i romanzi Gatti e scimmie (Rizzoli, 2001; Premio Grinzane Cavour), La prima notte solo con te (Mondadori, 2010), La stanza chiara. La narrativa di Enzo Siciliano (Fandango, 2010), La Magnifica (Fazi, 2017). Il presente libro appartiene a Cantieri del Nord. Progetto di poesia contemporanea, insieme a La vita comune (lettura di Claudio Damiani), Notte purpurea (omaggio a Giancarlo Pontiggia), Dario Bellezza. Cronistoria della poesia italiana nel tempo della mia vita.

Volumi della stessa collana