Catalogo / Il frammento e la parvenza

Il frammento e la parvenza
Le immagini tra memoria e oblio
ISBN 9788822901903
2018, pp. 256
145x210, brossura
€ 18,00
€ 15,30 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

In virtù della sua natura ambigua, in cui convivono presenza e assenza, il frammento non si limita a innescare la riflessione sul passato; come un prisma, esso presenta la capacità di “rifrangerlo”, separando ciò cui è possibile accedere da quel che risulta invece inafferrabile oltre la membrana dell’oblio. Se da una parte, infatti, il frammento sembra quasi sollecitare la reintegrazione in una struttura che lo risarcisca della ferita inflittagli dal tempo, dall’altra, tuttavia, esso ostenta una singolarità in sé completa, indisponibile a ogni richiesta di ripresentificazione.
A questa immagine di scostante perfezione – un fantasma che, come si svela, subito si ri-vela – si è dato il nome di parvenza. Attraverso di essa si affaccia, per negarsi, l’alterità magnifica e terribile di quella realtà, preliminare e ingovernabile, che è stata sovrascritta, in cambio di un evidente vantaggio evolutivo, da una realtà seconda, rappresentata dal compiacente mondo degli oggetti fornito e gestito dalla mente-memoria. Da qui una teoria dell’oblio secondo la quale esso non ha a che fare solo con il passato inaccessibile, con quanto è divenuto tale perché passato oltre la membrana dell’oblio stesso, ma anche con l’indisponibilità essenziale di ciò che non è mai stato presente perché situato preliminarmente al di là di quella membrana: mentre garantisce la separatezza fra i due piani, l’oblio avvolge nella sua nebbia l’azione della mente-memoria, così dissimulandoci che, nei nostri procedimenti, elaboriamo i prodotti di una realtà posticcia.

Indice
  • Introduzione
  • Portare l’oblio fuori della dimenticanza
  • Sulle tracce di Orfeo. Archeologia dell’oblio
    • Tra memoria e Mnemosyne: un fiume senza sponde, una membrana impermeabile
    • OEH, ovvero la molecola dell’incomunicabilità
    • Come a teatro, affascinati da una wondrous machine
    • La sapienza di Orfeo, ovvero la rivelazione al termine del sentiero
  • Isolato, incompleto, ma in sé perfetto. Fenomenologia del frammento
    • Il frammento tra antichità e modernità
    • Chiuso a riccio, o forse no
    • In principio, l’archeologia
    • Epifania della parvenza: luce dell’ombra
    • La Nike: il frammento e la vittoria
  • Solo il tempo di scomparire. Figure della parvenza
    • «Vi precederò in Galilea», ovvero questa non è una resurrezione
    • Il gallo di Ribera e il buio in sala: la notte della parvenza
    • «Avevo un vero bisogno di parlare»: il chiarimento del Campione di nuoto di Kafka
    • Il «morto gioioso» di Baudelaire e la «gioiosa melodia» di George
    • La traccia e la bracciata: Il nuotatore di Cheever
    • Postilla I. Una vittoria olimpica non vale un primato del mondo
    • Postilla II. Non so nuotare, credetemi
    • Luci traditrici
    • La volpe pallida gioca
    • Il dio ortopedico. Frontiere dell’illusione
    • (D)io d’illusioni: da Bernadette al selfie
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi
L'autore
Fabio Coccetti

Fabio Coccetti ha pubblicato studi sulla letteratura italiana e il teatro medievale, e le opere narrative Viaggi organizzati. Tre storie, forse una; Outremar. Romanzo (di rovine); Sunset Boulevard per le edizioni Monteleone; Suavina, con una puntasecca di Piero Pizzi Cannella, e A lezione da Monsieur Sandór, con due acqueforti di Paolo Canevari, per i tipi della Stamperia d’arte di Alberto Ribichini. Nel 2006 è uscito il saggio Piena di grazia. Da Bernadette all’industria delle apparizioni per manifestolibri.

Pubblicazioni dell'autore
Fabio Coccetti

L'eminenza Grigia

euro 21,25
Volumi della stessa collana