Catalogo / Vacanze

Vacanze
Il generico, l’incompetente, l’inutile tra il 1996 e il 2017
A cura di Anna Cestelli Guidi
ISBN 9788822902047
2018, pp. 304
167x240mm, brossura, con illustrazioni b/n
€ 20,00
€ 17,00 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

«Si è soliti pensare l’artista intelligente come uno che lavora sui resti, sugli eccessi di senso non codificato, e che la sua credibilità dipenda dall’abilità con cui si muove tra le pieghe del capitale senza farsi schiacciare dalla macchina omologante anch’essa in moto perpetuo. Ecco, tutto questo ormai non funziona più, non c’è più uno scarto temporale dal momento che il capitale è il general intellect, che su tutte le potenzialità umane accumula plusvalore. Nell’epoca del just in time, della fabbrica integrata e diffusa, non ci sono resti.
Eppure a questa conclusione dai tratti marcatamente apocalittici possiamo contrapporre, come abbiamo visto seguendo il Foucault dell’ultimo corso dedicato ai cinici, una biopolitica di segno positivo, piena espressione del soggetto autonomo e desiderante. Da questo punto di vista la biopolitica non è un potere al quale siamo soggetti ma una potenza che possiamo esercitare.
Ora tenete a mente che siamo noi il reale capitale fisso e circolante in quanto comunità linguistica, che siamo noi i reali detentori dei mezzi di produzione, che è l’arte a possedere le conoscenze linguistiche della forma, del simbolo, del pensiero astratto, e le sensibilità fondamentali nell’odierna produzione di beni materiali e immateriali. Ed ora guardate, questa è una immagine: è una mano, sul palmo la fantasmagorica mano invisibile del biomercato, sul dorso la libera autodeterminazione del soggetto in cooperazione con i molti. È lì, ci siamo, la tocchiamo con mano, basta girarla quella benedetta mano e darla a vedere... una vita altra, un mondo altro.»
(Dal testo della conferenza performativa La mano, eseguita durante Occupy 2012, chiesa di San Carpoforo, Milano.)

Alcune pagine
L'autore
Mauro Folci

Mauro Folci insegna all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. I suoi interventi e le sue opere sono state ospitate da istituzioni italiane e internazionali tra cui: Kunstverein di Francoforte, Neues Kunstforum di Colonia, Museo de Arte Contemporáneo Sofía Imber di Caracas, PAN di Napoli, MAXXI e MACRO di Roma, SUPEC di Shanghai, Centre Pompidou di Parigi, Reina Sofía di Madrid, Haus der Kulturen der Welt di Berlino, Biennale di Arte e di Architettura di Venezia, CCCB Arts Santa Mònica di Barcellona.

Volumi della stessa collana