Catalogo / Roma tra il fiume, il bosco e il mare

Roma tra il fiume, il bosco e il mare
A cura di Piero Ostilio Rossi, Orazio Carpenzano
ISBN 9788822902245
2019, pp. 216
240x220 mm, brossura con bandelle, con illustrazioni a colori e bn
€ 26,00
€ 22,10 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Roma tra il fiume, il bosco e il mare è quel settore della città compreso tra il Raccordo anulare e il Tirreno che si sviluppa lungo il corso inferiore del Tevere e ha come margine orientale il grande sistema boscato costituito dalla Pineta di Castelfusano e dalla Tenuta di Castelporziano. È una Roma meno conosciuta ma dotata di caratteri ambientali peculiari che permettono ancora di ipotizzare una diversa concezione della città attraverso la quale rispondere ad una delle grandi sfide della modernità coniugando progetto urbano, paesaggio ed ecologia e configurando nuove reti infrastrutturali e ambientali. Il suo territorio è caratterizzato da straordinarie preesistenze archeologiche (le aree di Portus e di Ostia Antica) e da sistemi naturalistici caratterizzati dai paesaggi dell’acqua legati al fiume e alle opere di bonifica attuate tra il 1888 e gli anni Trenta del Novecento; è però anche disseminato di paesaggi-scoria, veri e propri sottoprodotti dello sprawl e di un’urbanizzazione rapida e incontrollata. L’obiettivo dello studio è quello di offrire un contributo per invertire i caratteri dell’urbanizzazione di questa parte di città assumendo una prospettiva che punta sulle risorse naturali e culturali per assicurare nuovi e più equilibrati cicli di vita alle strutture insediative. Le indagini, le proposte progettuali e il masterplan che ne costituisce il provvisorio esito finale tendono infatti a misurarsi con il tema del radicamento dei tessuti urbani nella storia e nella geografia dei luoghi; essi assumono infatti questo genere di dati come elementi costituitivi per la riattivazione dei sistemi territoriali e ambientali e per la riconnessione e la rigenerazione urbana degli insediamenti più recenti.

Indice
  • Piero Ostilio Rossi, Radicare la città nella storia e nella geografia dei luoghi
  • Orazio Carpenzano, Ricerca e didattica. Temi e figure per il mare di Roma
  • Letture
    • Cristina Imbroglini, Il bosco in città. Progetti per il litorale di Roma
    • Fernando Nardi, Antonio Annis, Analisi e mitigazione del rischio idraulico del delta del fiume Tevere
    • Carlo Pavolini, Per un’archeologia del meandro ostiense o Fiume Morto
  • Stefano Panunzi, La porta dei porti di Roma. Un’ipotesi di funivia urbana
  • Cinque temi di progetto
    • Luca Reale, Limite come spazio. Il bosco struttura del paesaggio urbano
      • Andrea De Sanctis, Francesco Martone, Selvicoltura sistemica e piantagioni policicliche permanenti
    • Anastasia Barasheva, Marcella Claps, Servizi ecosistemici e benefici a scala locale
  • Andrea Bruschi, Quattro paesaggi (e quattro problemi) agricoli nella coda della cometa
  • Manuela Raitano, Rainscape. La misura dell’architettura nel paesaggio dell’acqua
    • Giovanni Rocco Cellini, Lelio di Loreto, La strada come elemento di qualificazione urbana dei tessuti residenziali abusivi
    • Alice Buzzone, Il disegno e la gestione dell’ambiente naturale e costruito
    • Renato Partenope, Il nuovo per l’antico. Un disegno per il sistema di accesso all’area archeologica di Portus-Ostia antica
    • Orazio Campo, Fabrizio Battisti, Valutazioni per la fattibilità del progetto Portus-Ostia antica
    • Dina Nencini, Laura Fabriani, Alessandro Oltremarini, Visioni della linea di costa
  • Il fiume, il bosco e il mare
    • Luca Porqueddu, La costruzione di un masterplan per la coda della cometa
    Volumi della stessa collana