Catalogo / La stoffa a quadri

La stoffa a quadri
Con un saggio di Emanuele Dattilo
ISBN 9788822902436
2018, pp. 96
120x182 mm, brossura, con illustrazioni a colori
€ 14,00
€ 11,90 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Presentando il trittico dell’Annunciazione, di Simone Martini, Gianfranco Contini ha confessato una volta che avrebbe volentieri estratto di nascosto dalla ricca, lussureggiante composizione di quel dipinto, un pezzo della vistosa stoffa a quadretti che fodera il mantello dell’Angelo. Queste pagine descrivono l’incontro con quel dipinto da parte di Isabella Ducrot, che attraverso l’enigmatico lembo della veste dell’Angelo ha riflettuto su quella che è la prima materia del suo lavoro: il tessuto. Da molti anni Isabella Ducrot dipinge e compone in vario modo stoffe, tessuti, bende orientali di preghiera, cercando ogni volta di mostrare in quei sostegni tessili un “soffio” che li percorre e li vivifica. Componendo liberamente, come in un collage, le immagini, i ricordi e le riflessioni che l’hanno accompagnata nel suo lavoro di pittrice, Isabella Ducrot ha scritto in queste pagine, tra l’altro, una confessione di poetica.
Si prenda un tessuto qualsiasi, che sia lino, seta o lana. Lo si tenda maggiormente, controluce, e sarà possibile vederne la trama, l’architettura originaria, composta di fili incrociati e di vuoti, che rappresenta il primo oggetto di ispirazione di Isabella Ducrot. L’intuizione fondamentale di Ducrot è che gli uomini, nell’artefatto tessile che creano e indossano da millenni, non abbiano fatto altro che duplicare una originaria struttura mentale, che permane immutata nei millenni.

L'autore
Isabella Ducrot

Isabella Ducrot nasce a Napoli e vive a Roma. È pittrice e scrittrice, e da anni si dedica allo studio dei tessuti. Le sue opere sono state esposte a Roma, Milano, Parigi, Berlino e New York. Tra i libri dedicati alla sua produzione artistica, ricordiamo Opere 1982-1985 (1985), Della densità del silenzio (1997) e Variazioni: ritratti d’autore di Isabella Ducrot (2008). Ha scritto inoltre La matassa primordiale (2008), Suonno (2012), con la prefazione di Raffaele La Capria, e la raccolta di racconti Fallaste Corazón (2012), con la prefazione di Erri de Luca.

Volumi della stessa collana