Catalogo / L’Europa di Simone Weil

L’Europa di Simone Weil
Filosofia e nuove istituzioni
A cura di Rita Fulco e Tommaso Greco
ISBN 9788822903457
2019, pp. 240
140x215 mm, brossura
€ 22,00
€ 18,70 (prezzo online -15%)
Altre edizioni
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Il punto di partenza della riflessione comune che questo volume offre ai lettori è stata la frase che Simone Weil (1909-43) scrive in chiusura de La persona e il sacro: «Al di sopra delle istituzioni destinate a proteggere il diritto, le persone, le libertà democratiche, occorre inventarne altre destinate a discernere e abolire tutto ciò che nella vita contemporanea schiaccia le anime sotto l’ingiustizia, la menzogna e la bruttezza. Occorre inventarle perché sono sconosciute, ed è impossibile dubitare che siano indispensabili». A partire da essa, alcuni autorevoli studiosi del pensiero weiliano italiani e stranieri si sono chiesti, anche in riferimento all’attuale situazione europea, quali potessero essere le riflessioni di Simone Weil da prendere in considerazione per rispondere a domande sempre più urgenti: quale orizzonte etico e spirituale, quale filosofia possono far nascere le nuove istituzioni di cui Weil avvertiva la necessità? Che tipo di istituzioni potrebbero essere? Quale relazione tra spiritualità, etica e politica si dovrebbe articolare in esse, e secondo quali modalità? Il risultato di questo ragionare comune vorrebbe essere, innanzitutto, une réflexion en vue d’un bilan, come scriveva Weil, non solo sulle potenzialità inespresse del pensiero weiliano, ma anche su quelle dell’Europa.

Indice
  • Roberto Esposito, Prefazione
  • Nota dei curatori
  • Abbreviazioni
  • Giancarlo Gaeta, Tutto va rimesso in questione
  • Parte prima. Una costituzionalizzazione della vita sociale
    • Rita Fulco, Per un’Europa mediatrice: filosofia, istituzioni, migrazioni
    • Tommaso Greco, «Distinguere la vera grandezza da quella falsa». Sulla legittimità delle istituzioni in Simone Weil
    • Robert Chenavier, Per un radicamento non-identitario
    • Emilia Bea, Alain e Simone Weil. Cittadini contro lo spirito di partito
    • Filippo Pizzolato, La capacità trasformativa del piccolo e la democrazia dal basso
  • Parte seconda. Un progetto di giustizia
    • Frédéric Worms, Simone Weil. Giustizia tra le nazioni
    • Maria Concetta Sala, Discernimento e risveglio alla luce della filosofia di Simone Weil
    • Domenico Canciani, «Germi di grandi cose...». Riflessioni sugli Scritti londinesi
    • Wanda Tommasi, Giustizia senza nome né forma. Un itinerario mistico-politico
    • Stefania Tarantino, Di spazi politici aperti dal pensiero di Simone Weil
    • Gabriella Caramore, «Dare realtà agli esseri e alle cose»: un progetto di giustizia
  • Appendice
  • Gabriella Fiori, Storia di un’amicizia
  • otizie sulle autrici e sugli autori
Volumi della stessa collana