Catalogo / La vita interessata

La vita interessata
Una proposta teorica a partire da John Dewey
ISBN 9788822903525
2019, pp. 224
140x215 mm, brossura
€ 20,00
€ 17,00 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Spesso impiegato, ma raramente definito. Questo è lo strano destino del concetto di interesse, tanto in filosofia, quanto nelle scienze sociali. Il termine interesse compare con insistente frequenza in ambito teorico, nel linguaggio della politica, nei media, nella vita di tutti i giorni. È presente a varie latitudini e a vari livelli: dall’interesse e il disinteresse nei confronti di ciò che ci viene detto, fino agli interessi nazionali e alle questioni di interesse pubblico. Usi tanto vasti e molteplici, da spingere a pensare che l’interesse possa e debba dirsi solo in tanti modi, tra loro eterogenei e forse incompatibili.
Questo lavoro vuole contrastare tale pregiudizio, proponendo una concezione allo stesso tempo unitaria e plurale dell’interesse a partire dal pensiero di John Dewey (1859-1952). Filosofo, pedagogista, psicologo, pensatore politico, nella sua ampia opera Dewey ha mostrato in filigrana come il concetto di interesse possa applicarsi a vari ambiti disciplinari, mantenendo allo stesso tempo un significato stabile e comprensibile. Il volume intende ricostruire la concezione deweyana dell’interest, analizzandone punti di forza e debolezze, e mostrando infine il posto originale che essa occupa in rapporto ai grandi paradigmi dell’interesse: da Adam Smith a Karl Marx, da La Rochefoucauld a Pierre Bourdieu. Emerge così come l’interesse secondo Dewey rappresenti una componente dell’esperienza umana capace di unire quello che la teoria spesso divide: sé e mondo, passione e intelligenza, mezzi e fini, individuo e società.

Indice
  • Capitolo primo. Considerazioni introduttive

  • Capitolo secondo. Quattro domande fondamentali sull’interesse
    • 1. Accenni storici preliminari
    • 2. L’interesse è universale?
    • 3. L’interesse coincide con l’interesse proprio?
    • 4. Gli interessi sono pericolosi?
    • 5. Gli interessi possono essere valutati razionalmente?
    • 6. Conclusioni. Le quattro domande e la teoria dell’interesse di Dewey

  • Capitolo terzo. John Dewey e l’interesse. Tra psicologia e pedagogia
    • 1. L’interesse in Psychology (1887)
    • 2. Interesse e teoria dell’educazione
    • 3. Un’ulteriore sistematizzazione: Interest and Effort in Education (1913)
    • 4. L’interesse in Democracy and Education (1916)
    • 5. Conclusioni

  • Capitolo quarto. Il concetto di interesse in Theory of Valuation
    • 1. Breve introduzione a Theory of Valuation
    • 2. Le origini del circuito organico
    • 3. Il circuito mezzi-fini
    • 4. La definizione dell’interesse in Theory of Valuation
    • 5. Interesse e valutazione: Dewey, Parsons, Knight
    • 6. Tra scientismo e sociologia
    • 7. Verso una concezione unitaria dell’interesse

  • Capitolo quinto. Dewey e la concezione socio-politica degli interessi
    • 1. Interest e self-interest
    • 2. La critica filosofica dell’utilitarismo
    • 3. La critica storica dell’utilitarismo
    • 4. Interessi e gruppi in Democracy and Education
    • 5. L’interesse comune in The Public and Its Problems. Un confronto con Bentley
    • 6. Stato, conflitti, gruppi

  • Capitolo sesto. L’interesse nelle Lezioni in Cina del 1919-1920
    • 1. Conflitto e gruppi
    • 2. Questioni interpretative
    • 3. Un’ipotesi di ricostruzione
    • 4. Osservazioni conclusive

  • Capitolo settimo. Intermezzo: una ricognizione della teoria deweyana dell’interesse

  • Capitolo ottavo. Integrazioni critiche: Mary Parker Follett e Pierre Bourdieu
    • 1. Mary Parker Follett: dominazione, negoziazione, integrazione
    • 2. Campo, abito, disinteresse. La teoria dell’interesse di Pierre Bourdieu
    • 3. Dewey e Bourdieu: un confronto critico
    • 4. Verso una concezione integrata dell’interesse

  • Conclusioni

  • Bibliografia
  • Indice dei nomi

L'autore
Matteo Santarelli

Matteo Santarelli è assegnista di ricerca presso l’Università di Bologna. Si occupa in particolar modo del rapporto tra filosofia e scienze sociali. Ha pubblicato numerosi articoli in lingua inglese, francese e italiana. Tra le sue pubblicazioni più recenti: John Dewey. A Philosophy for Times of Crisis (2017); Beyond Culturalism: a Deweyan Reading of the Expansion of ‘Ndrangheta (2016). Ha curato assieme a Roman Madzia il numero monografico di «Pragmatism Today», 8, 1, 2017, dedicato al rapporto tra scienze cognitive e pragmatismo.

Volumi della stessa collana