Catalogo / Intelletto d’amore

Intelletto d’amore
Prefazione di Alain de Libera
ISBN 9788822903860
2019, pp. 80
140x220 mm, brossura
€ 12,50
€ 11,87 (prezzo online -5%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Ciascuno dei due testi che, attraverso un fitto intreccio di rimandi e implicazioni, disegnano la trama del libro, è una meditazione sul fantasma come luogo e soggetto dell’amore. E lo fanno mettendo a confronto in una prospettiva inedita due eccezionali personaggi: Guido Cavalcanti, il «primo amico» di Dante e maestro ineguagliato della fenomenologia amorosa, e Ibn Rushd, l’Averroè dei Latini, il filosofo arabo che ha più profondamente segnato il pensiero occidentale dal XIII al XV secolo.
E se, per entrambi, la congiunzione con l’intelletto unico nomina la felicità suprema, è la funzione del fantasma che si rivela ogni volta decisiva. In che modo i pensieri ci appartengono, come può un’idea diventare «mia»? È il fantasma – rispondono il poeta e il filosofo – che, mediante il desiderio, rende il pensiero proprio a un soggetto. Ma, per Cavalcanti, il fantasma deve perire perché la congiunzione amorosa abbia luogo e l’individuo sopravvive solo come un automa «fatto di rame o di pietra o di legno»; per il filosofo, invece, è la specie umana nel suo insieme il soggetto – anche politico – della felicità suprema.

Indice
  • Alain de Libera, Prefazione. Quel che vuol dire amare

  • Giorgio Agamben, Intelletto d’amore

  • Jean-Baptiste Brenet, L’immagine abolita, desiderata

Giorgio Agamben

Giorgio Agamben è filosofo e scrittore. La sua opera è tradotta e commentata in tutto il mondo. Con il progetto Homo sacer ha segnato una svolta nel pensiero politico contemporaneo.
Tra le sue opere pubblicate da Quodlibet: Categorie italiane. Studi di poetica e di letteratura (2021), A che punto siamo? L’epidemia come politica (2020), Intelletto d’amore (con Jean-Baptiste Brenet, 2020), Homo sacer. Edizione integrale (2018), Che cos’è la filosofia? (2016), Gusto (2015), Idea della prosa (nuova edizione aumentata, 2002-2013, 2020), L’uomo senza contenuto (1994, 2013), Bartleby, la formula della creazione (con Gilles Deleuze, 1993, 2012).
Per Quodlibet cura la collana Ardilut.

Vai alla rubrica di Giorgio Agamben, Una voce.

Jean-Baptiste Brenet

Jean-Baptiste Brenet è filosofo e professore di filosofia araba all’università Paris 1 Panthéon-Sorbonne. È autore di Je fantasme. Averroès et l’espace potentiel (Verdier, 2017). Tra le sue pubblicazioni, Averroè l’inquietante. L’Europa e il pensiero arabo (Carocci, 2019) e Je fantasme. Averroès et l’espace potentiel (Verdier, 2017).

Pubblicazioni dell'autore
Giorgio Agamben

Homo sacer

€ 52,00
Giorgio Agamben

Categorie italiane

€ 19,00
Giorgio Agamben

A che punto siamo?

euro 9,50
Giorgio Agamben

Idea della prosa

euro 14,25
Giorgio Agamben

Homo sacer

€ 70,00
Giorgio Agamben

Che cos'è la filosofia?

euro 15,20
Giorgio Agamben

Gusto

euro 9,50
Giorgio Agamben

Idea della prosa

€ 16,50
Giorgio Agamben

L’uomo senza contenuto

euro 11,87
Gilles Deleuze, Giorgio Agamben

Bartleby, la formula della creazione

euro 7,60
Giorgio Agamben

Idea della prosa

€ 15,00
Giorgio Agamben

L’uomo senza contenuto

€ 14,00
Gilles Deleuze, Giorgio Agamben

Bartleby, la formula della creazione

€ 10,00
Volumi della stessa collana