Catalogo / Intelletto d’amore

Intelletto d’amore
Prefazione di Alain de Libera
ISBN 9788822903860
2019, pp. 80
140x220 mm, brossura
€ 12,50
€ 11,87 (prezzo online -5%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Ciascuno dei due testi che, attraverso un fitto intreccio di rimandi e implicazioni, disegnano la trama del libro, è una meditazione sul fantasma come luogo e soggetto dell’amore. E lo fanno mettendo a confronto in una prospettiva inedita due eccezionali personaggi: Guido Cavalcanti, il «primo amico» di Dante e maestro ineguagliato della fenomenologia amorosa, e Ibn Rushd, l’Averroè dei Latini, il filosofo arabo che ha più profondamente segnato il pensiero occidentale dal XIII al XV secolo.
E se, per entrambi, la congiunzione con l’intelletto unico nomina la felicità suprema, è la funzione del fantasma che si rivela ogni volta decisiva. In che modo i pensieri ci appartengono, come può un’idea diventare «mia»? È il fantasma – rispondono il poeta e il filosofo – che, mediante il desiderio, rende il pensiero proprio a un soggetto. Ma, per Cavalcanti, il fantasma deve perire perché la congiunzione amorosa abbia luogo e l’individuo sopravvive solo come un automa «fatto di rame o di pietra o di legno»; per il filosofo, invece, è la specie umana nel suo insieme il soggetto – anche politico – della felicità suprema.

Indice
  • Alain de Libera, Prefazione. Quel che vuol dire amare

  • Giorgio Agamben, Intelletto d’amore

  • Jean-Baptiste Brenet, L’immagine abolita, desiderata

Giorgio Agamben

Giorgio Agamben è filosofo e scrittore. La sua opera è tradotta e commentata in tutto il mondo. Con il progetto Homo sacer ha segnato una svolta nel pensiero politico contemporaneo.
Tra le sue opere pubblicate da Quodlibet: A che punto siamo? L’epidemia come politica (2020), Intelletto d’amore (con Jean-Baptiste Brenet, 2020), Homo sacer. Edizione integrale (2018), Che cos’è la filosofia? (2016), Gusto (2015), Idea della prosa (nuova edizione aumentata, 2002-2013, 2020), L’uomo senza contenuto (1994, 2013), Bartleby, la formula della creazione (con Gilles Deleuze, 1993, 2012).

Vai alla rubrica di Giorgio Agamben, Una voce.

Jean-Baptiste Brenet

Jean-Baptiste Brenet è filosofo e professore di filosofia araba all’università Paris 1 Panthéon-Sorbonne. È autore di Je fantasme. Averroès et l’espace potentiel (Verdier, 2017). Tra le sue pubblicazioni, Averroè l’inquietante. L’Europa e il pensiero arabo (Carocci, 2019) e Je fantasme. Averroès et l’espace potentiel (Verdier, 2017).

Pubblicazioni dell'autore
Giorgio Agamben

A che punto siamo?

euro 9,50
Giorgio Agamben

Idea della prosa

euro 14,25
Giorgio Agamben

Homo sacer

euro 66,50
Giorgio Agamben

Che cos'è la filosofia?

euro 15,20
Giorgio Agamben

Gusto

euro 9,50
Giorgio Agamben

Idea della prosa

€ 16,50
Giorgio Agamben

L’uomo senza contenuto

euro 11,87
Gilles Deleuze, Giorgio Agamben

Bartleby, la formula della creazione

euro 7,60
Giorgio Agamben

Idea della prosa

€ 15,00
Giorgio Agamben

L’uomo senza contenuto

€ 14,00
Gilles Deleuze, Giorgio Agamben

Bartleby, la formula della creazione

€ 10,00
Volumi della stessa collana