Catalogo / Italia senza nazione

Italia senza nazione
Lingue, culture, conflitti tra Medioevo ed età contemporanea
A cura di Antonio Montefusco
ISBN 9788822903914
2019, pp. 208
150x220 mm, brossura
€ 20,00
€ 17,00 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

«Dante che dovea essere il principio di tutta una letteratura, ne fula fine». La frase di De Sanctis riassume la contraddizione della tradizione letteraria italiana, caratterizzata da una vocazione alla supplenza politica e da una vera e propria ossessione istituzionale. Nonè un caso che la Storia della letteratura italiana del De Sanctis possa essere considerata il libro-manifesto dell’Italia come “comunità immaginata”. In questo volume, la letteratura e la cultura italiana, in una lunga durata che va dal Medioevo dei Comuni al dibattito sul New Italian Epic, sono il luogo in cui si sviluppa “l’estroflessione” caratteristica dell’Italian Thought, cioè di quella tendenza del pensiero italiano a esprimersi secondo modalità e tipologie non filosofiche proprio in ragione del particolare rapporto che esso intrattiene con le istituzioni e con la politica. I contributi qui riuniti dimostrano come questo produca un sistema simbolico-linguistico continuamente in tensione, che non costruisce un discorso identitario, ma anzi lo disfa e lo deterritorializza in continuazione, costruendo nuovi spazi di ospitalità culturale e politica.

Indice
  • Antonio Montefusco, Introduzione

  • Italia senza nazione

    • Dario Gentili, Elettra Stimilli, Configurazioni di pensiero e potenzialità politiche. Contro astrazioni e nazionalismi
    • Emanuele Coccia, Terra Sancta. Sul carattere anatopico e anacronico di ogni conoscenza
    • Roberto Esposito, Genealogia dell’Italian Thought
    • Antonio Montefusco, Scrittori, Popolo, Italian Thought
    • Stefano Jossa, Resistenze: appunti per un’antropologia italiana
    • Luca Salza, Per un’Italia minore. Caporetto
    • Daniele Balicco, Modernità godibile
    • Alessandro Casellato, Made in Italy storiografico. Esiti culturali di una sconfitta politica
    • Monica Cristina Storini, «Du côté de chez critique»: tra Cesare Segre e lo spatial turn

Volumi della stessa collana