Catalogo / L’architettura della strada

L’architettura della strada
Forme Immagini Valori
ISBN 9788822903969
2020, pp. 360
150x220 mm, brossura, con illustrazioni bn
€ 24,00
€ 22,80 (prezzo online -5%)
Altre edizioni
Acquista
Preferiti
        
StoreDB
Il libro

Il volume affronta il tema della progettazione delle infrastrutture della mobilità come problema di architettura, illustrandolo con un atlante fatto non solo di immagini ma anche di brani tratti dalla letteratura e dalla saggistica, dall’antichità ai giorni nostri. La strada viene qui letta, certo, quale elemento decisivo del progetto urbano e del rapporto tra architettura e città, alla luce dell’innegabile e straordinario ruolo che essa occupa sia nella pianificazione territoriale, sia nell’urbanistica. Nel saggio, tuttavia, queste due discipline restano sullo sfondo, mentre grande rilievo è attribuito alla forma della strada, al rapporto fra il suo tracciato e lo spazio delimitato da sezioni e prospetti, come espressione rilevante dello spirito del tempo, della cultura urbana dominante e anche delle specifiche culture figurative. Di qui il frequente richiamo ai movimenti artistici, tanto nel campo dell’architettura che della pittura, e alle poetiche degli autori che più hanno contribuito a costruire l’immaginario di queste discipline. D’altra parte gli autori non dimenticano di sottolineare il quadro all’interno del quale si dipana la storia delle infrastrutture viarie, ovvero le varie scale tecniche della dimensione progettuale e l’ineludibile confronto degli attori con le istituzioni politico-amministrative.

Indice
  • Prologo

  • Introduzione
  • ATLANTE. STRUTTURA E CRITERI DELLA SELEZIONE PARTE PRIMA. LA STRADA FINO ALLA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
    • 1. Strade di città di Roma Antica
    • 2. Strade di città di impianto medievale
    • 3. Dal Medioevo al Rinascimento. L’assialità strada/edificio
    • 4. Progetti di città ideali
    • 5. Le vie nel Trattato de I quattro libri dell’architettura di Andrea Palladio
    • 6. Permanenza della disposizione delle strade di accesso a chiese e palazzi
    • 7. Strade simbolo di città ai tempi dell’avvento della modernità
    • 8. La strada nei modelli urbani di Parigi
    • 9. La strada tra ingegneria e architettura nel XIX secolo. Il caso di Eugène Hénard
    • 10. Strada e pittura. Il boulevard secondo l’Impressionismo
    • 11. La strada nei modelli di sviluppo e di rifondazione della città tra metropoli e disurbanismo
    • 12. Soluzioni di mediazione con l’eredità dell’Ottocento

  • PARTE SECONDA. DALLA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE E DAL MOVIMENTO MODERNO ALL’ARCHITETTURA CONTEMPORANEA
    • 13. Proposte di rifondazione della città moderna
    • 14. I Costruttivisti russi
    • 15. Le Corbusier. Morte della “rue” ed esaltazione della “autoroute”
    • 16. Piano, progetto, città, infrastruttura secondo i modelli sperimentali delle avanguardie in Germania e Olanda tra le due guerre
    • 17. Strada e pittura. La strada secondo l’Espressionismo
    • 18. Strada e pittura. La strada secondo la Neue Sachlichkeit
    • 19. Strada e pittura. La strada secondo il Futurismo
    • 20. Organische Stadtbaukunst. Da Bruno Taut a Reichow, Gutschov e Sieverts. La città estensiva e le proposte americane di Hilberseimer
    • 21. Proposte di rifondazione della città moderna
    • 22. Dalla parkway alla freeway alla highway. Rassegna di parkways, oggi soggette ad azioni di salvaguardia paesaggistica e storica
    • 23. Le highway di Robert Moses
    • 24. Eredi del modello della parkway
    • 25. Prime realizzazioni delle autostrade e opere d’arte dell’ingegneria stradale
    • 26. Strada e pittura. La strada secondo il Realismo americano
    • 27. Colin Buchanan. Traffic in towns
    • 28. Sulle orme dei maestri del Movimento Moderno e della revisione della Carta d’Atene
    • 29. La strada nelle nuove utopie urbane. Cook, Archigram, Friedman, Isozaki, Tange, Debord, Constant, Dardi, Cervellini, Petrini, Secchi, Rudolph, Soleri, Culot
Roberto Secchi

Roberto Secchi è professore ordinario di Progettazione Architettonica e Urbana. Attualmente in quiescenza, continua la sua attività all’interno del Comitato dei Membri Esperti del Dottorato “Architettura. Teorie e Progetto” di Sapienza Università di Roma. Dirige la collana “Tracce” per i tipi della Officina Edizioni. Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo L’architettura. Dal principio verità al principio responsabilità (2017) e la curatela (con Leone Spita) di Architettura tra due mari. Radici e trasformazioni architettoniche e urbane in Russia, Caucaso e Asia Centrale (2018).

Leila Bochicchio

Leila Bochicchio, architetto e dottore di ricerca in “Architettura. Teorie e Progetto”, è cultore della materia in Progettazione Architettonica e Urbana presso il DiAP, Sapienza Università di Roma, dove ha conseguito il titolo di PhD nel 2015. Collabora alla docenza nei Laboratori di Progettazione e con il laboratorio HousingLab-DiAP, presso cui, nel 2018, è stata assegnista di ricerca. Svolge la libera professione e collabora con la rivista “L’industria delle costruzioni”, di cui cura la rubrica “Argomenti”.

Volumi della stessa collana