Catalogo / Il detective, il diavolo, la campagna

Il detective, il diavolo, la campagna
Un percorso nel Pasticciaccio
ISBN 9788822908933
2023, pp. 112
140x215 mm, brossura
€ 15,00
€ 14,25 (prezzo online -5%)
Altre edizioni
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Chi è davvero Ingravallo, e perché è fatto così? Come ogni personaggio letterario, il protagonista del Pasticciaccio è una creatura di parole, un prodotto di laboratorio: un po’ individuo un po’ segno. In questo libro, è lui il punto di partenza e di arrivo di un percorso che tra dati fisiognomici, psicologici, topografici e folklorici punta a far emergere un modo di procedere che è tipico di Gadda nel più noto dei suoi capolavori, quello per cui istanze del pensiero astratto e dati referenziali interni al mondo narrato si rinviano incessantemente e reciprocamente. Dalle primissime pagine che giocano con gli archetipi del giallo all’ultima in cui il destino del detective molisano si compie in modo inopinato ed enigmatico, viene così a tendersi un robusto filo ermeneutico: uno dei tanti, a ben vedere, che stringono in paradossale unità la dissipazione centrifuga di questo straordinario romanzo. Completa il libro un’appendice linguistico-stilistica: due brevi saggi dedicati rispettivamente alla sintassi e al lessico gaddiani.

Indice
  • Introduzione
  • Elenco delle abbreviazioni
  • I. Il detective
  • II. Il diavolo, la campagna
  • III. Quasi
  • Appendice. Due schede linguistiche
  • 1. Sintassi
  • 2. Lessico
  • Indice dei nomi
L'autore
Carlo Enrico Roggia

Carlo Enrico Roggia insegna linguistica italiana all’Università di Ginevra. È autore di libri sulla sintassi e pragmatica dell’italiano (Le frasi scisse in italiano. Struttura informativa e funzioni discorsive, Ginevra 2009), sulla storia del linguaggio letterario (La lingua della poesia nell’età dell’illuminismo, Roma 2013), sulla storia delle idee linguistiche (edizione delle Lezioni sulle lingue antiche e sul linguaggio di M. Cesarotti, Firenze 2021). In ambito novecentesco, ha pubblicato saggi su Carlo Emilio Gadda e Primo Levi.