Catalogo / Attraverso la storia dell’estetica
Vol. I: dal Settecento al Romanticismo

Attraverso la storia dell’estetica
Vol. I: dal Settecento al Romanticismo
ISBN 9788822910059
2019, pp. 368
E-book PDF
€ 16,90
Altre edizioni
Acquista da
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Si apre con il presente titolo una Storia dell’estetica moderna che proseguirà con altri due volumi: Da Kant a Hegel e Dall’Ottocento a oggi. Non si pensi però ad una storia di impronta manualistica, che si limiti a enumerare pedissequamente tutti gli autori e tutte le correnti. L’opera è infatti costruita per singoli saggi, e non mira quindi a una impossibile completezza, quanto piuttosto all’approfondimento di alcune questioni rilevanti, in grado però di far luce sull’intero campo delle idee estetiche di un’epoca. Così Dal Settecento al Romanticismo comincia – dopo una necessaria premessa metodologica sulla storia dell’estetica che è anche un piccolo periplo attraverso le altre storie della disciplina – con la ricostruzione genealogica di tre temi centrali dell’estetica illuministica: il tema del gusto (inseguito a ritroso fino alle sue origini), quello del Je ne sais quoi (riscattato da facili irrisioni e liquidazioni) e quello del caratteristico (nella sua dialettica con la bellezza ideale). Tale approccio consente di recuperare autori appartati ma tutt’altro che secondari, come Spalletti o Arteaga – dietro i quali, comunque, si intravede un gigante come Winckelmann – e permette di collocare nella giusta luce figure talora fraintese, come Moritz, troppo spesso appiattito sui suoi ingombranti contemporanei, Kant e Goethe. La seconda parte del volume è dedicata ad alcuni problemi fondamentali dell’estetica romantica, quali il primato della pittura rispetto alla scultura, l’esaltazione dell’immaginazione, la teoria del romanzo e l’enigmatico statuto dell’ironia.

Indice
  • Premessa: sulla storia dell’estetica in generale e su questi saggi storici in particolare
  • 1. Le origini italiane e spagnole del concetto di gusto
  • 2. Il «non so che»
  • 3. Giuseppe Spalletti e il caratteristico
  • 4. La bellezza ideale secondo Esteban de Arteaga
  • 5. Laokoon und kein Ende
  • 6. Philipp Hackert e la teoria del paesaggio nel Settecento
  • 7. La fortuna di Du Bos nell’Italia del Settecento
  • 8. Karl Philipp Moritz
  • 9. Ipotesi sull'ironia romantica
  • 10. Notti romantiche e lumi settecenteschi
  • 11. La teoria della pittura nel Romanticismo tedesco
  • 12. Immaginario e immaginazione nel Romanticismo
  • 13. La teoria del romanzo nel Romanticismo tedesco
  • Indice dei nomi
L'autore
Paolo D’Angelo

Paolo D’Angelo è professore ordinario di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre. Con Quodlibet ha pubblicato: Ars est celare artem. Da Aristotele a Duchamp (2005, 2014, tradotto in inglese e giapponese); Cesare Brandi. Critica d’arte e filosofia(2006); Le arti nell’estetica analitica (2008); Filosofia del paesaggio (2010, 2014); Il problema Croce (2015)Attraverso la storia dell’estetica. Vol. I: Dal Settecento al Romanticismo (2019) e il Vol. II: da Kant a Hegel. Tra gli altri suoi lavori ricordiamo: Estetica (Laterza, 2011); Le nevrosi di Manzoni (il Mulino, 2013); L’estetica del Romanticismo (il Mulino, 2018).

Pubblicazioni dell'autore
Paolo D’Angelo

Il problema Croce

euro 18,70
Paolo D’Angelo

Filosofia del paesaggio

euro 12,75
Paolo D’Angelo

Ars est celare artem

euro 11,47
Paolo D’Angelo

Filosofia del paesaggio

€ 18,00
Paolo D’Angelo

Cesare Brandi

euro 13,60
Paolo D’Angelo

Ars est celare artem

€ 16,00
Volumi della stessa collana