Catalogo / Attraverso la storia dell’estetica
Vol. 2: da Kant a Hegel

Attraverso la storia dell’estetica
Vol. 2: da Kant a Hegel
ISBN 9788822910516
2019, pp. 400
E-book PDF
€ 16,90
Altre edizioni
Acquista da
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Questo è il secondo tomo di una storia dell’estetica moderna in tre volumi (Attraverso la storia dell’estetica), che, iniziata con Dal Settecento al Romanticismo, si concluderà con Dalla fine dell’Ottocento a oggi. Non si tratta di una storia di taglio manualistico, che aspiri ad una irraggiungibile completezza, dedicando un pur piccolo spazio a quanti più autori possibile. Al contrario, essa si concentra su poche figure salienti, consacrando loro un’ampia trattazione. In questo volume i protagonisti sono i grandi filosofi tedeschi operanti tra la fine del Settecento e la prima metà dell’Ottocento. Si inizia con Kant, con una lettura genetica della Critica del Giudizio che è anche una guida all’interpretazione di quest’opera fondamentale, e si prosegue con un’analisi puntuale dei paragrafi dell’Analitica del Sublime (sempre dalla terza Critica). Dopo un rapido richiamo a Schiller, molte pagine sono dedicate all’Estetica di Hegel, ricostruita grazie alle testimonianze dirette relative ai corsi tenuti dal filosofo tra il 1821 e il 1829, e resesi disponibili soltanto negli ultimi anni. Il tema hegeliano della «morte dell’arte» è ripreso nel capitolo dedicato a Carl Gustav Jochmann, un autore ancora poco conosciuto in Italia, mentre il punto di arrivo è rappresentato da un filosofo la cui estetica, pur altamente originale, ha raramente ottenuto l’attenzione che avrebbe meritato: Friedrich Schleiermacher.

Indice
  • Premessa

  • 1. Lettura genetica della Critica del Giudizio
  • 2. Kant e il sublime. Una lettura dei paragrafi 25-28 della Critica del Giudizio
  • 3. Schiller e Manzoni: quasi una fantasia
  • 4. Viatico per l’estetica hegeliana
  • 5. L’Estetica di Hegel nel corso del 1823
  • 6. La religione naturale nella Fenomenologia dello Spirito
  • 7. Il corpo umano nell’estetica di Hegel
  • 8. L’arte come «maestra dei popoli»
  • 9. Raffaello, Leonardo e Michelangelo nelle Lezioni di Estetica di Hegel
  • 10. Hegel e la teoria romantica della pittura
  • 11. Europa e America: Paul de Man legge l’Estetica di Hegel
  • 12. Carl Gustav Jochmann: i regressi della poesia e la morte dell’arte
  • 13. L’estetica di Friedrich Schleiermacher
  • 14. Schleiermacher sul concetto dell’arte
  • 15. L’estetica di Schleiermacher e il Romanticismo

  • Indice dei nomi

L'autore
Paolo D’Angelo

Paolo D’Angelo è professore ordinario di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre. Con Quodlibet ha pubblicato: Ars est celare artem. Da Aristotele a Duchamp (2005, 2014, tradotto in inglese e giapponese); Cesare Brandi. Critica d’arte e filosofia(2006); Le arti nell’estetica analitica (2008); Filosofia del paesaggio (2010, 2014); Il problema Croce (2015)Attraverso la storia dell’estetica. Vol. I: Dal Settecento al Romanticismo (2019) e il Vol. II: da Kant a Hegel. Tra gli altri suoi lavori ricordiamo: Estetica (Laterza, 2011); Le nevrosi di Manzoni (il Mulino, 2013); L’estetica del Romanticismo (il Mulino, 2018).

Pubblicazioni dell'autore
Paolo D’Angelo

Il problema Croce

€ 22,00
Paolo D’Angelo

Filosofia del paesaggio

euro 12,75
Paolo D’Angelo

Ars est celare artem

euro 11,47
Paolo D’Angelo

Filosofia del paesaggio

€ 18,00
Paolo D’Angelo

Cesare Brandi

euro 13,60
Paolo D’Angelo

Ars est celare artem

€ 16,00
Volumi della stessa collana