Catalogo / Le rovine e i sensi

Le rovine e i sensi
Progettare l’esperienza dello spazio archeologico
ISBN 9788822914378
2023, pp. 136
E-book PDF con Adobe DRM  
€ 10,80
Altre edizioni
Acquista ebook
Disponibile anche su Torrossa
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Se tra le rovine, lasciate a loro stesse, ci sentiamo in un tempo sospeso, “fuori dai cardini”, e a guidare il nostro cammino sono disorientamento, scoperta e sorpresa, una tale esperienza oggi non è più possibile nei parchi e nei siti archeologici più celebri, ottimizzati per lo sfruttamento turistico. Percorsi obbligati sono progettati per ridurre la permanenza dei visitatori; pannelli, mappe, audioguide comunicano una descrizione immediata del manufatto con informazioni che saturano la visita senza lasciare spazio a riflessioni e rielaborazioni individuali. Nei casi migliori, i resti si sono trasformati in luoghi della memoria, documenti di un tempo passato e oramai inaccessibile. Nei siti archeologici musealizzati non c’è più spazio per contemplazione, per il disorientamento, per il vagare senza meta e senza scopo e da queste esperienze fisiche far emergere un’emozione, dalle interazioni con il luogo far affiorare un interrogativo. Non c’è più spazio, insomma, per quell’esperienza tipica delle rovine che, nello svolgersi della Modernità, dal paesaggismo romantico ha ispirato l’interesse delle avanguardie artistiche del Novecento per lo studio degli effetti motori e affettivi nella relazione tra uomo e opera.
Ripercorrendo esempi di progetti moderni e contemporanei, il volume tratteggia le modalità con le quali è possibile recuperare il valore di questo tipo di esperienza, riscoprendo le rovine come luoghi di cultura del tempo presente. Ciò è possibile solo partendo da un’attenta progettazione architettonica che sappia coniugare le istanze conservative legate alla materia con una quantità di fattori immateriali, mettendo al centro del progetto la capacità dello spazio di orchestrare la relazione tra uomo e rovina antica.

Indice
  • Introduzione
  • 1. Rovine materiali, rovine immateriali
    • 1.1. Il riconoscimento della rovina come unità conflittuale
    • 1.2. Il progetto sulle rovine come interpretazione del rapporto tra materia e aspetti immateriali
    • 1.3. Come progettare la memoria? Tutelare l’immateriale, conservare la materia, valorizzare l’esperienza
  • 2. Macchine del tempo: attraverso la percezione in movimento
    • 2.1. La rovina e l’esplorazione motoria
    • 2.2. Percorsi su tracciati antichi
    • 2.3. Sequenze di stanze a cielo aperto
    • 2.4. Coperture come scrigni
    • 2.5. Soglie tra tempi diversi
  • 3. Atmosfere: l’immateriale ancorato alla materialità
    • 3.1. La superficie rovinata e l’intonazione emotiva
    • 3.2. Analogia a contrasto
    • 3.3. Prossemica dell’aggiunta
    • 3.4. Verso la smaterializzazione
    • 3.5. Ricostruzioni di luce
    • 3.6. Ambienti sensibili
  • 4. Le rovine vissute
    • 4.1. Lo spazio messo in scena: tre progetti paradigmatici
    • 4.2. Progettare per il vissuto
  • Bibliografia selezionata
L'autore
Irene Romano

Irene Romano è architetta e dottoressa di Ricerca in Architettura Teorie e Progetto. La sua ricerca muove dal mondo degli interni architettonici come luogo di primo incontro da uomo e spazio ed è alimentata dall’attività professionale e dalla partecipazione a concorsi di progettazione.

Pubblicazioni dell'autore
Irene Romano

Le rovine e i sensi

euro 17,10
Volumi della stessa collana