Catalogo / Mappe della ragione

Mappe della ragione
Kant e la medialità dell’immaginazione cartografica
ISBN 9788822921994
2024, pp. 256
140x215 mm, brossura
€ 23,00
€ 21,85 (prezzo online -5%)
Altre edizioni
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Nella sua biografia Cassirer definisce Kant un «geografo della ragione», il primo ad aver avviato un progetto di topografia filosofica, passando dalla descrizione del cosmo spaziale alla descrizione del cosmo intellettuale. In effetti, è con lui che inizia a maturare l’idea che anche la filosofia ha bisogno di un modello per orientarsi, che il pensiero possiede una geografia ancor prima di una storia. Al punto che il sistema critico-trascendentale sarebbe diverso, e forse irriconoscibile, senza le metafore spaziali che lo contraddistinguono. Ma si tratta davvero, e soltanto, di semplici metafore? Oppure esistono delle profonde connessioni tra le immagini geografiche utilizzate da Kant e le tecniche di controllo, produzione e manipolazione dello spazio che caratterizzavano la coscienza spaziale e l’immaginazione cartografica dell’Illuminismo? Queste domande vengono qui affrontate in una prospettiva inedita, all’incrocio tra il testuale e il visuale, l’umano e il non-umano. Si parte da una riflessione sui nessi tra spazialità e sistematicità, media e cultura, per indagare le pratiche transmediali di scrittura risultanti dal processo di negoziazione tra il testo e la mappa come medium. L’obiettivo è dimostrare che il disegno cartografico della sfera terrestre, modello scopico dell’archivio universale illuminista, è la matrice immaginativa della filosofia trascendentale di Kant, il monogramma della sua «ragione cartografica».

Indice
  • Premessa
  • Elenco delle abbreviazioni
  • Introduzione
  • I. Spazialità e sistematicità
    • 1. Spazio e spazialità
    • 2. Ordine e spazialità
    • 3. Spazialità e temporalità
    • 4. Sistematicità e storicità
  • II. Kant e l’ordine spaziale
    • 5. Forma e ordine
    • 6. Spazio, luogo, corpo
    • 7. Ontologia del vuoto e forma del senso esterno
  • III. Kant e il punto di vista umano sullo spazio
    • 8. Semantica spaziale
    • 9. Spazio e schematismo
    • 10. Il sublime e l’estetica copernicana
  • IV. Che cosa significa orientarsi nel pensiero?
    • 11. Geografie del pensiero
    • 12. Che cosa significa orientarsi nello spazio?
    • 13. Cartografie del pensiero
  • V. Spazialità e medialità
    • 14. Per un’archeologia mediale della spazialità (sistematica)
    • 15. Gli a priori (tecnico-materiali) della spazialità sistematica
    • 16. Strumentalità dello spazio originario
    • 17. Grammatologie dello spazio sistematico
    • 18. Medialità dell’immaginazione cartografica
  • VI. L’immaginazione cartografica di Kant
    • 19. Kant e la geografia
    • 20. Königsberg: una città-mondo
    • 21. Madre, dove si trova la Cina?
    • 22. Filosofia in viaggio
    • 23. Descrivere la Terra secondo lo spazio
    • 24. Insegnare geografia tra immagine e discorso
  • VII. La tavola, la topica, la mappa: analisi di un dispositivo sistematico
    • 25. Il fenomeno della tavola
    • 26. Topica e Gedächtniskunst
    • 27. Logica e antropologia. Una commistione possibile?
    • 28. La logische Topik e la Tavola dei giudizi
    • 29. La topica euristica e la Tavola delle categorie
    • 30. Dalla tavola alla mappa
  • VIII. Cartografie della ragione: la metafisica tra terra e mare
    • 31. Carticità del progetto critico
    • 32. La mappa (dell’isola) della verità
    • 33. Limiti e confini
    • 34. Dalla mappa dell’intelletto alla sfera della ragione
    • 35. La sfera della ragione e il mappamondo delle scienze
    • 36. Architettonica come geografia
  • Conclusione
L'autore
Tommaso Morawski

Tommaso Morawski ha studiato filosofia tra Roma e Berlino, svolgendo attività di ricerca presso la Bibliotheca Hertziana - Istituto Max Planck per la storia dell’arte e la Bauhaus-Universität di Weimar. Studioso di Kant, si occupa anche di spazio, immaginazione e mappe, e del rapporto tra tema mediale e storicità dei processi percettivi.

Volumi della stessa collana