Catalogo / I Preadamiti / Praeadamitae (1655)

I Preadamiti / Praeadamitae (1655)

A cura di Giuseppe Lucchesini e Pina Totaro

Traduzione italiana con testo latino a fronte

ISBN 9788874620265
2004, pp. 176
140 x 215
€ 20,00
€ 17,00 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

L’opera I preadamiti uscì (anonima e senza indicazioni di luogo né di tipografo) nel 1655, suscitando «uno dei più clamorosi scandali culturali del XVII secolo». L’autore, Isaac La Peyrère (1596-1670), che vi teorizzava l’esistenza di uomini vissuti prima di Adamo, fu accusato di scardinare l’intera tradizione esegetica e i fondamenti stessi dell’ortodossia religiosa. Il libro, ancorato a un ampio commento dei versetti 12-14 del quinto capitolo dell’Epistola ai Romani, sollevava il problema dell’origine della specie umana, delle leggi, del rapporto tra legge naturale e diritto positivo, e avanzava esplicitamente ipotesi di carattere radicalmente poligenetico: era messa in crisi tutta la linearità della «storia sacra», non senza l’eco della scoperta di popoli del nuovo mondo. Nata da un’approfondita disamina delle cronologie bibliche, la tesi di La Peyrère non fu mai disgiunta da tentazioni messianiche. L’idea stessa di una umanità che non discendesse direttamente da Adamo, sottratta al peccato originale, avrà delle complesse e contraddittorie conseguenze in diversi ambiti di studio – dall’ermeneutica biblica all’antropologia, dalla teologia alla biologia –, esercitando per secoli una profonda influenza sull’immaginario occidentale; ma già nel Seicento il pensiero dello stesso Spinoza (e in particolare la sua interpretazione della tradizione teologico-politica) sembra risentire delle polemiche suscitate dalla pubblicazione dei Preadamiti. Diversa e discontinua fu la successiva fortuna dell’opera; se nel XIX secolo la teoria di La Peyrère poté essere strumentalizzata persino dai filoschiavisti statunitensi, essa fornisce in realtà una profonda lezione di antietnocentrismo che mantiene intatta la sua attualità.

Indice: Introduzione di Pina Totaro - Nota al testo - Elenco dei capitoli in cui si articola l’Esercitazione - Esercitazione sui versetti dodicesimo, tredicesimo e quattordicesimo del capitolo quinto dell’Epistola ai Romani del divino Paolo - Note - Indice dei nomi citati dall’autore - Indice dei nomi

Giuseppe Lucchesini, classicista, ha curato con Pina Totaro l’edizione di Mario Equicola, De mulieribus / Delle donne (Pisa-Roma 2004). Per la collana «Spinozana» ha in corso di pubblicazione il De jure ecclesiasticorum / Del dirito degli ecclesiastici, di Lucius Antistius Constans.

Pina Totaro è ricercatrice del Consiglio nazionale delle ricerche presso l’Istituto per il Lessico intellettuale europeo e storia delle idee. È autrice di numerosi saggi sul pensiero filosofico e scientifico dell’età moderna, dal Rinascimento all’Illuminismo. Per l’edizione delle opere di Spinoza, ha curato il Tractatus theologico-politicus, in corso di pubblicazione presso l’editore Bibliopolis (Napoli).

L'autore
Isaac La Peyrère
Volumi della stessa collana