Catalogo / Filosofia dell'enunciazione

Filosofia dell'enunciazione
Studio su Martin Heidegger
ISBN 9788874620364
2005, pp. 220
€ 16,00
€ 13,60 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

La figura di Martin Heidegger ha caratterizzato a tal punto un intero secolo di riflessione filosofica, oggi convenzionalmente definita “continentale”, che solo poche esperienze di pensiero novecentesche si sono di fatto sottratte al cono d’ombra della sua prepotente influenza. Il presente studio nasce dalla convinzione che questa forse troppo precoce consacrazione di Heidegger a classico del secolo appena trascorso non abbia però sempre necessariamente favorito una comprensione adeguata delle sue intenzioni.
La proposta teorica avanzata in questo volume consiste, di conseguenza, in una rilettura di alcuni tra gli snodi più significativi del pensiero heideggeriano che aggiri determinati “cliché” interpretativi di matrice ermeneutica, letteraria o narratologica (sopra ogni altro il primato della poesia e della nominazione “aurorale”), e si concentri sul nucleo filosofico rappresentato, per l’autore, dalla nozione di “enunciato ermeneutico”. Seguendo questo filo conduttore da angolazioni differenti, il volume si prefigge di restituire a Heidegger la fisionomia di un interlocutore attuale, valorizzando il carattere aperto, dinamico e provocatorio del suo pensiero.

Volume disponibile anche in versione elettronica. Acquista su: torrossa.it

Indice
  • Introduzione
  • 1. La fenomenologia è un concetto di metodo
  • 2. L’intuizione categoriale e il senso dell’essere
  • 3. Il mondo come significatività e come modalità
  • 4. L’essere come fenomeno
  • 5. Linguaggio e opera d’arte
  • Conclusione. Heidegger e la storia
  • Bibliografia
L'autore
Michele Gardini

Michele Gardini (Pavullo nel Frignano, 1972) ha compiuto gli studi dottorali presso l’Università di Bologna. Ha pubblicato saggi su Kierkegaard, Heidegger, Gadamer e Derrida, nonché il volume Derrida e gli atti linguistici: oltre la polemica con Searle (CLUEB, Bologna 2002). Ha inoltre curato un numero monografico della rivista «Discipline Filosofiche» dedicato a Heidegger e la fenomenologia dell’esistenza (1999/2) e, con G. Matteucci, il volume Gadamer: bilanci e prospettive (Quodlibet, Macerata 2004). Ha infine tradotto una sezione dei Principi di psicologia di W. James.

Volumi della stessa collana