Catalogo / Per più farvi amici

Per più farvi amici
Di alcuni motivi in Georges Bataille
Prefazione di Bruno Moroncini
ISBN 9788874620562
2005, pp. 176
140x215 mm, brossura
€ 18,00
€ 15,30 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Articolato in quattro capitoli (dedicati ai temi del sacrificio, della religione, dell’eros e della morale), il libro presenta al lettore, attraverso una puntuale ricognizione dei maggiori motivi della sua riflessione antropologica, il senso politico del discorso batailleano sull’uomo: senso pienamente riassunto dal verso dantesco per più farvi amici.
L’antropologia batailleana si mostra in effetti come la ripresa radicale della proposta hegeliana di dar conto e visione del lavoro del negativo. Ma nell’ottica di Bataille tale lavoro non avendo più lo scopo di edificare la figura umana, presenta dell’umano giusto quei punti di lacerazione attraverso i quali, sfigurando la sua “degna” figura, l’umano si lega in amicizia al “resto dell’accadere universale” (Freud) e si reinscrive così, in tutta la propria mortalità, nell’“infinito” accadere del mondo. Se si volesse esplicitare il fine della disumana antropologia di Bataille, non si potrebbe fare di meglio che citare questa sua perentoria dichiarazione: “In ogni vita, incessantemente, c’è una posta in gioco che non è la vita (quella vita che la morte minaccia e il dolore abbatte), che non è neanche la felicità, ma il possesso di una grazia senza la quale non valgono né la vita né la felicità”.

Volume disponibile anche in versione elettronica. Acquista su: torrossa.it

Indice
  • Prefazione
  • 1. Tutti per (l’)Uno?
  • 2. Et surtout pas plus d’objet... Religione e esperienza secondo Bataille
  • 3. Il gioco accecante dell’essere
  • 4. La vénération n’est pas mon fort. Una morale aldilà della giustizia
  • Appendici:
    • I. Per desiderio d’infinito
    • II. Una traccia lasciata su un vetro rigato
L'autore
Felice Ciro Papparo

Felice Ciro Papparo lavora al Dipartimento di filosofia “A. Aliotta” dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha pubblicato volumi su Nietzsche, Valéry, Bataille. All’intreccio tra filosofia psicoanalisi e letteratura ha dedicato alcuni suoi recenti lavori: Umbratile dimora. Verso un’etica della rappresentazione (Moretti & Vitali, Bergamo 2002), L’impresentabile. Sulla natura primaria del trauma (in collaborazione con A. Dell’Anna, Filema, Napoli 2003), Soggetti al mondo. Cinque studi filosofici (Filema, Napoli 2005). Ha tradotto e curato testi di Valéry (Sguardi sul mondo attuale e altri saggi, Adelphi, Milano 1994), Bataille (L’aldilà del serio e altri saggi, Guida, Napoli 2000 e Il limite dell’utile, Adelphi, Milano 2000). Collabora alle iniziative editoriali e seminariali della “Pratica Freudiana” e a quelle del gruppo napoletano “Chaosmos”.

Volumi della stessa collana