Catalogo / Saggi sul Moderno

Saggi sul Moderno
A cura di Maurizio Pirro
ISBN 9788874620722
2004, pp. 152
140x215 mm, brossura
€ 15,00
€ 14,25 (prezzo online -5%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

I quindici saggi qui raccolti, scritti fra il 1902 e il 1911, offrono per la prima volta al pubblico italiano un ampio spaccato dell’attività pubblicistica di Samuel Lublinski, al centro della quale si può identificare una riflessione sul genere tragico caratterizzata – secondo un orientamento diffuso all’inizio del Novecento – dal prevalere delle forme non aristoteliche. Lublinski presta la propria attività di spregiudicato teorico nella definizione del movimento della Neuklassik, le cui realizzazioni più importanti sono da riconoscere non tanto nelle singole opere tragiche (si pensi a Paul Ernst), quanto nel lavoro di chiarificazione condotto sul motivo della forma tragica come luogo di una rivelazione deifinitiva sulla struttura del mondo. La proposta della Neuklassik si basa essenzialmente sul recupero di una monumentalità astratta di impronta neogreca intesa ad assorbire la sfera del contingente nella perennità della forma. Non si tratta in ogni caso, almeno per Lublinski, di un’operazione conservatrice e passatista: viene infatti sviluppato un serrato confronto con i problemi posti dallo sviluppo tecnologico e dalla progressiva perdita di peso della borghesia intellettuale ottocentesca.
Proprio il venir meno della percezione di totalità congeniale alla tragedia aristotelica – un tema di stretta discendenza hebbeliana – costituisce l’occasione migliore per una rinascita del tragico in forme rinnovate: nulla quanto il senso di scissione e di smarrimento sperimentato dall’individuo nella realtà anonima e caotica della metropoli industriale, potrà maggiormente sensibilizzare alla ricezione del conflitto, proprio della tragedia, tra libertà e necessità

Indice: Romanticismo e stato d’animo - Arte classica - Kleist e il dramma - La tragedia greca - Demetrio - Il concetto di destino nel poeta tragico - Psicologia e tragedia - L’Emilia Galotti di Lessing - Arte e vita - Il valore culturale della grande arte - L’uomo tragico nella letteratura moderna - La cultura meccanica nella poesia moderna - Politica moderna e letteratura moderna - Sofocle - Per una critica del dramma moderno - Postfazione di Maurizio Pirro - Nota biografica - Indice dei nomi


L'autore
Samuel Lublinski

Samuel Lublinski nacque da famiglia ebraica a Johannisburg nella Prussia Orientale nel 1868 e morì a Weimar nel 1910. Dopo aver lavorato come libraio, divenne uno dei più apprezzati pubblicisti della Germania guglielmina. Fu autore di saggi di storia e critica della letteratura, di studi sulla storia della scienza e della religione, nonché di drammi a sfondo storico. Fra le sue opere ricordiamo: Personaggi ebraici in Grillparzer, Hebbel e Otto Ludwig (Berlino 1899); Bilancio del Moderno (Berlino 1904); L’esito del Moderno (Dresda 1909); L’origine del cristianesimo nei suoi rapporti con la cultura antica e La costruzione del dogma della vita di Gesù (entrambe Jena 1910).

Volumi della stessa collana