Catalogo / Le radici del naturalismo

Le radici del naturalismo
W.V. Quine tra eredità empirista e pragmatismo
ISBN 9788874621071
2007, pp. 172
140 x 215
€ 18,00
€ 15,30 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Il naturalismo, che trova in W.V. Quine uno dei suoi ispiratori più originali e largamente influenti, propone che la filosofia rinunci alle sue tradizionali pretese fondazionaliste e sia «continua» rispetto alla scienza. Tutto ciò sembra comportare per la filosofia l’annullamento di un ruolo autonomo e di ogni possibilità critico-valutativa e normativa nei confronti della scienza con la conseguenza di aprire la strada allo scetticismo.
Questo volume cerca di proporre una interpretazione di segno diverso. Caratterizzando il naturalismo come approccio interdisciplinare al problema della conoscenza, nel quale la speculazione filosofica collabora con le scienze mantenendo una sua autonomia, si ritiene di poter rintracciare in esso, in opposizione agli esiti scettici più radicali di certa riflessione contemporanea, una dimensione normativa, sintetizzata nell’esigenza di fondo che le nostre teorie debbano continuare a rispondere, in alternativa a quanto sostenuto dai teorici della fine dell’empirismo, al «tribunale dell’esperienza». L’empirismo moderno, il pragmatismo e il positivismo logico sono qui individuati come le radici di questa versione del naturalismo: l’analisi di come Quine rielabori criticamente tale eredità permette di rintracciare in essa i nuclei teorici di fondo di una visione della conoscenza fallibilista, olista ed esternista caratterizzata dal peculiare modo d’intendere la mente nella sua funzione di strutturazione dinamica della realtà.

Indice: Introduzione - I. Naturalismo: nuclei problematici – II. La radice empirista: Quine e la storia della filosofia moderna – III. La radice pragmatista: la linea genealogica Kant-Peirce-C.I. Lewis-Quine – IV. Le radici europee e Carnap: dalla concezione pragmatico-convenzionale dell’a priori e dell’analiticità al rifiuto della dicotomia analitico-sintetico – Epilogo – Bibliografia

L'autore
Giancarlo Zanet

Giancarlo Zanet è dottore di ricerca in filosofia e insegnante di filosofia nei licei. Collabora alle attività della cattedra di Storia della Filosofia della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo. È autore di vari saggi epistemologici sul naturalismo, il pragmatismo e la filosofia della mente, apparsi in riviste e miscellanee. Ha curato con C. Rosciglione il numero monografico Mente e corpo: aspetti filosofici e scientifici («Studium Philosophicum», 4, 2005) in cui è incluso un suo contributo dal titolo La mente in pubblico: prospettive esterniste in filosofia della mente.

Volumi della stessa collana