Catalogo / Autobiografia documentaria

Autobiografia documentaria
Scritti 1950-2004
ISBN 9788874621309
2007, pp. 836
155x240 mm, brossura con bandelle
€ 60,00
Altre edizioni
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Sono raccolti in questo volume quasi tutti gli scritti e gli interventi, in gran parte dimenticati o dispersi in periodici e libri pressoché inaccessibili, che Renato Solmi ha pubblicato nell’arco di oltre cinquant’anni.
La prima sezione – che include studi e recensioni su Ernst Cassirer, Werner Jaeger, Bruno Snell, e un saggio memorabile su Ernesto de Martino – riflette il periodo della formazione e degli studi postuniversitari. Essa coincide cronologicamente con la seconda, in cui si manifestano interessi più propriamente politici – che accompagneranno negli anni successivi l’intera esperienza di Solmi – attestati dai principali interventi usciti fra la fine degli anni ’40 e l’inizio dei ’50 del Novecento nel foglio ciclostilato «Discussioni». La terza sezione, Il lavoro editoriale, dà un’idea del ruolo culturale che Solmi ebbe per oltre un decennio, come redattore e consulente, presso la casa editrice Einaudi; essa si lega saldamente alla quarta, dedicata alla Scuola di Francoforte, in cui il lettore troverà fra gli altri tutti i suoi scritti su Adorno e Benjamin, comprese le introduzioni a Minima moralia e ad Angelus novus. I testi della quinta sezione, La contestazione nella scuola, affrontano temi e narrano episodi significativi legati all’attività d’insegnante svolta da Solmi per oltre trent’anni. La sesta riguarda soprattutto fatti, figure e movimenti della scena internazionale, legati in particolare alla guerra del Vietnam e all’opposizione sviluppatasi contro di essa negli Stati Uniti d’America negli anni ’60 e ’70. Gli scritti dell’ultima sezione (Sguardi sul passato) si situano fra la testimonianza autobiografica e il ricordo puntuale e commosso di persone legate all’autore da vincoli di parentela, d’impegno politico, di amicizia e discepolanza: Sergio Solmi, Delfino Insolera, Luciano Amodio, Cesare Cases, Franco Fortini, Sergio Caprioglio, Raniero Panzieri, Theodor W. Adorno e vari altri.

Indice
  • Prefazione; Studi e recensioni: L’umanismo platonico nell’interpretazione di Werner Jaeger
  • La cultura greca e le origini del pensiero europeo in un libro di Bruno Snell
  • Ernst Cassirer e il mito dello Stato
  • Ernesto de Martino e il problema delle categorie
  • Presentazione di Giorgio Fano; Gli anni di «discussioni»: A proposito di un tentativo di «superamento del marxismo»
  • Politicità e partitarietà della cultura
  • Note sulla questione del rapporto struttura-superstruttura
  • Nazionalismo e internazionalismo nella cultura sovietica; Il lavoro editoriale: Una nuova rivista, «Il Mulino»
  • Thomas Mann a Roma
  • Giaime Pintor
  • La Settimana del libro Einaudi
  • Viaggio in Germania
  • I piatti della bilancia. Su Politica e cultura di Norberto Bobbio
  • Diffugere nives? Sul Disgelo di Il´ja Erenburg; La scuola di francoforte: Recensione di Minima moralia di Theodor Adorno
  • Introduzione a Minima moralia
  • Il «caso Adorno». Risposta a Cesare Cases
  • Televisione e cultura di massa 217
  • Introduzione a Angelus novus di Walter Benjamin
  • Ancora su Minima moralia
  • Il «romanzo dell’artista» nella letteratura tedesca di Herbert Marcuse
  • Su Benjamin; La contestazione nella scuola: La vicenda della «scuola aperta» e l’esclusione di Luciano Rinero
  • Il trasferimento di Margherita Marmiroli e le lotte degli studenti a Crema
  • Il processo dei 600
  • L’Abicì della guerra di Bertolt Brecht
  • Il movimento del ’68 nelle scuole superiori
  • La scuola dei desideri. Resoconto di una inchiesta sulle materie e sui programmi del Liceo
  • L’ora alternativa all’insegnamento della religione; La nuova sinistra americana, la guerra del vietnam e lo sviluppo dei movimenti pacifisti: La nuova sinistra americana
  • Il dibattito americano sul Vietnam
  • Claude Eatherly, il pilota di Hiroshima
  • La resistenza nell’esercito americano
  • Una generazione nel Vietnam di Mark Lane - Capitalismo militare di Seymour Melman
  • Il marxismo di Paul Baran
  • Dàlli al Prussiano! Su Clausewitz; Sguardi sul passato: Gli anni di Panzieri
  • Ricordo di Sergio Caprioglio
  • Testimonianza personale per l’edizione a stampa di «Discussioni»
  • I miei anni all’Einaudi
  • Sergio Solmi. Una testimonianza personale
  • La seconda metà del mio cammino. Note e confessioni di un insegnante
  • Discorso di commiato per Luciano Amodio - Adorno, il mio grande maestro
  • Una nota del 2004
  • Indice dei nomi
L'autore
Renato Solmi

Renato Solmi (Aosta 1927-Torino 2015) compì gli studi a Milano, dove si laureò in Storia greca con una tesi su Platone in Sicilia. Dopo aver trascorso un anno a Napoli (1949-50) come borsista presso l’Istituto italiano per gli studi storici di Benedetto Croce, dal 1951 al 1963 lavorò nella redazione della casa editrice Einaudi. A metà degli anni ’50 trascorse un periodo di studio a Francoforte per seguire i corsi e l’insegnamento di Theodor W. Adorno, da lui per primo fatto conoscere in Italia e tradotto con una memorabile introduzione ripubblicata postuma (Introduzione a «Minima morali» di Theodor W. Adorno, Quodlibet, Macerata 2015). Dopo l’allontanamento dall’Einaudi, insegnò per circa trent’anni Storia e filosofia nei licei di Torino e di Aosta. Fu molto impegnato, sia sul piano teorico sia su quello della militanza attiva, nei movimenti nonviolenti e pacifisti torinesi e nazionali. Come questo libro documenta, collaborò a numerosi periodici culturali e politici («Il pensiero critico», «Paideia», «Lo Spettatore italiano», «Il Mulino», «notiziario Einaudi», «Nuovi argomenti», «Passato e presente», «Quaderni rossi», «Quaderni piacentini», «il manifesto», «L’Indice dei libri del mese» e altri). Fra le sue traduzioni per Einaudi – oltre a quelle di Adorno, Benjamin, Brecht (L’abicì della guerra, 1975) e Marcuse (Il «romanzo dell’artista» nella letteratura tedesca, 1985), che sono in realtà edizioni di riferimento – si segnalano: György Lukács, Il significato attuale del realismo critico (1957) e Il giovane Hegel e i problemi della società capitalistica (1960); Günther Anders, Essere o non essere (1961) e La coscienza al bando (1962); Max Horkheimer e Th.W. Adorno, Dialettica dell’illuminismo (1966 e 1980); Seymour Melman, Capitalismo militare (1972); Paul A. Baran, Saggi marxisti (1976). Tradusse anche: Alain Labrousse, I Tupamaros. La guerriglia urbana in Uruguay (Feltrinelli, Milano 1971), Reinhard Kühnl, Due forme di dominio borghese: liberalismo e fascismo (ivi 1973); Leo Spitzer, Lettere di prigionieri di guerra italiani 1915-1918 (Boringhieri, Torino 1976; poi il Saggiatore, Milano 2016).

Pubblicazioni dell'autore
Volumi della stessa collana