Catalogo / Cesare Brandi

Cesare Brandi
Critica d'arte e filosofia
ISBN 9788874621408
2006, pp. 152
€ 16,00
€ 13,60 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Cesare Brandi (1906-1988) è stato uno dei massimi teorici e storici dell’arte del Novecento, ma i suoi meriti non sono ancora stati riconosciuti interamente. Ciò è accaduto perché nei confronti della sua opera si è esercitata una duplice diffidenza: gli studiosi d’arte lo hanno considerato troppo filosofo, i filosofi hanno ritenuto che la sua riflessione fosse troppo condizionata dalla sua attività di critico. Questo libro vuole dare finalmente a Brandi quel che è di Brandi, cioè mostrare come proprio la sua lezione di critico-filosofo, di critico e filosofo dell’arte, sia oggi fondamentale. Per farlo, il volume ripercorre tutta l’opera teorica di Brandi – senza trascurare alcuni sguardi alla sua opera di storico e critico delle arti – dai primi dialoghi sulle arti degli anni Cinquanta fino a Teoria generale della critica e ai dibattiti degli anni Settanta, fornendo una introduzione sintetica ma completa al suo pensiero. Singoli capitoli focalizzano poi gli aspetti più interessanti e influenti delle teorie brandiane, dalla architettura alla scultura, alla teoria del restauro (della quale Brandi rimane il teorico di riferimento, in Italia e all’estero) inquadrandone il pensiero nel contesto storico che lo ha visto nascere, e rivendicando per l’estetica di Brandi il merito di essere stata, in Italia, la prima estetica autenticamente post-crociana. Con la sua altissima capacità di leggere l’opera d’arte Brandi ci offre il modello di una critica che sia partecipazione alla legge stessa di formazione dell’opera, che ne segua lo sviluppo dall’interno, offrendone una lettura formale, ma non formalistica. In un’epoca in cui la critica letteraria e artistica sembra attraversare una profonda crisi, questo libro ci aiuta a comprendere come le idee di Brandi non abbiano perso di attualità e ci offrano spesso le risposte di cui andiamo ancora in cerca

Indice: 1. Cesare Brandi, critico filosofo - 2. Sviluppo dell’estetica brandiana: dall’arte come «realtà pura» alla «astanza» dell’arte - 3. Le radici fenomenologiche dell’estetica di Brandi - 4. La considerazione dinamica del processo artistico - 5. L’estetica dell’Architettura - 6. L’estetica della Scultura - 7. Segno e immagine - 8. L’estetica e la teoria del restauro - 9. Bibliografia

 

 

L'autore
Paolo D’Angelo

Paolo D’Angelo è professore ordinario di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre, del quale è anche direttore. Con Quodlibet ha pubblicato: Ars est celare artem. Da Aristotele a Duchamp (2005, 2014, tradotto in inglese e giapponese); Cesare Brandi. Critica d’arte e filosofia(2006); Le arti nell’estetica analitica (2008); Filosofia del paesaggio (2010, 2014); Il problema Croce (2015). Tra gli altri suoi lavori ricordiamo: Estetica (Laterza, 2011); Le nevrosi di Manzoni (il Mulino, 2013).

Pubblicazioni dell'autore
Paolo D’Angelo

Attraverso la storia dell’estetica

euro 22,10
Paolo D’Angelo

Il problema Croce

euro 18,70
Paolo D’Angelo

Filosofia del paesaggio

euro 12,75
Paolo D’Angelo

Ars est celare artem

euro 11,47
Paolo D’Angelo

Filosofia del paesaggio

€ 18,00
Paolo D’Angelo

Ars est celare artem

€ 16,00
Volumi della stessa collana