Catalogo / La pietra di Eraclea

La pietra di Eraclea
Tre saggi sulla poetica antica
ISBN 9788874621446
2006, pp. 152
140x215 mm, brossura
€ 18,00
€ 15,30 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Questo volume studia l’idea della «trasposizione», così come essa si manifesta in quelle enunciazioni teoriche della poetica antica che sembrano piú facilmente paragonabili al pensiero critico moderno. Nei primi due saggi la trasposizione è considerata dal punto di vista prevalentemente contenutistico del trasferimento di un certo motivo letterario da un’opera all’altra. Piú specificamente, il primo saggio si sofferma su alcune premonizioni classiche dell’attuale problematica dell’intertestualità, additando nella famosa metafora platonica del magnete (la cosiddetta «pietra di Eraclea») un’efficace simbolizzazione della catena traspositiva che viene a stringere insieme una serie di opere attraversate da un’analoga «energia» creativa. Il secondo saggio mostra come anche due poeti cronologicamente molto lontani, quali Callimaco e Montale, possano tuttavia affidare a una medesima immagine (quella delle «due vie») la rappresentazione polemica del loro alternativo programma letterario. Nel terzo saggio l’idea della trasposizione è invece osservata dal punto di vista prevalentemente formale dei movimenti dello stile: in particolare, si tenta di mostrare come la teoria del «movimento del linguaggio», elaborata per entro a certe attuali riflessioni sulla traduzione letteraria, possa trovare significative anticipazioni nell’antica prassi della riscrittura metafrastica dei testi ai fini della loro valutazione critica.

Volume disponibile anche in versione elettronica. Acquista su: torrossa.it

Indice
  • Indice
  • I. Un’antica metafora dell’intertestualità: la pietra di Eraclea:
    • 1. Estetica della ricezione e poetica antica
    • 2. Intertestualità omerica
    • 3. Antichi esempî di lettura attiva
    • 4. La metafora platonica del magnete
    • 5. Il lettore sublime e l’aemulatio
    • 6. L’influenza dei modelli e la lettura creativa
  • II. Un’agnizione classica in Montale: il simbolo del bivio:
    • 1. La lettura creativa secondo Humboldt
    • 2. Rappresentazione e significato
    • 3. La poetica storica
    • 4. Uso e interpretazione dei testi
    • 5. Il simbolo del bivio in Montale
    • 6. Il simbolo del bivio in Callimaco
    • 7. Il simbolo del bivio in Esiodo
    • 8. Altri antecedenti classici
    • 9. Il modello dantesco
    • 10. Attualità di un simbolo
  • III. Armonia e movimento nelle antiche teorie dello stile:
    • 1. Movimento del linguaggio e poetica della traduzione
    • 2. La natura ritmica del linguaggio
    • 3. I Greci e l’esperienza della traduzione
    • 4. L’antica nozione di hermeneía
    • 5. L’armonia compositiva del testo
    • 6. Lo stile periodico e l’origine della prosa d’arte
    • 7. Giudizio critico e tecniche metafrastiche
    • 8. Metafrasi antiche e traduzioni moderne
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi
L'autore
Giovanni Lombardo

Giovanni Lombardo insegna Estetica presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Messina. Tra le sue pubblicazioni: Hypsegoria. Studi sulla retorica del sublime (Mucchi, Modena 1988), Estetica della traduzione. Studi e prove, (Herder, Roma 1989), L’estetica antica (Il Mulino, Bologna 2002). Ha inoltre tradotto e commentato: Ps. Longin, Il sublime (Aesthetica, Palermo 1987, 1992²), Demetrio, Lo Stile (Aesthetica, Palermo 1999) e ha curato l’edizione italiana di W. J. Verdenius, I principî della critica letteraria greca (Mucchi, Modena 2003).

Volumi della stessa collana