Catalogo / La materia vivente

La materia vivente
Un confronto con Hans Jonas
Prefazione di Guidetti
ISBN 9788874621507
2007, pp. 164
140x215 mm, brossura
€ 18,00
€ 15,30 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Nella tradizione filosofica occidentale, la nozione di «materia» si è in generale presentata mediante una serie di qualificazioni negative: fonte del disordine, del caos, del male e dell’incomprensibile indeterminatezza del contingente, essa indica quel «concetto residuale» che dev’essere il più possibile circoscritto, ridotto ed eliminato dallo sviluppo della forma e della capacità di ragione, sia attraverso la trascendenza immateriale dell’«anima» e dello «spirito», sia nell’immanenza della conoscenza scientifica e delle sue determinazioni quantitative. Ma il fenomeno originario della materia vivente, così come del corpo organico, animato e vissuto, decreta il fallimento delle soluzioni dualistiche e, al tempo stesso, rivela la matrice ideologica di ogni riduzionismo unilaterale, costringendo le scienze fisiche e biologiche a fare i conti con l’ontologia e con le conseguenze etico-pratiche che derivano dalle nostre assunzioni riguardo alla «realtà».
Il presente studio intende proporsi come un’introduzione alle tematiche filosofico-biologiche della vita e dell’etica, sia dal punto di vista storico-concettuale, sia dal punto di vista della riflessione teoretico-analitica sulle principali questioni riguardanti il rapporto tra l’ontologia, la ricerca scientifica e le ricadute sul piano etico-morale degli sviluppi tecnologici. Attraverso un confronto con l’opera del filosofo tedesco Hans Jonas (1903-1993), vengono analizzate le principali posizioni riguardo al significato della vita, al posto dell’uomo nel mondo e alle conseguenze delle sue condotte rispetto a se stesso e alle generazioni future. Da tutto ciò risulta un quadro problematico articolato, in cui le istanze ontologiche e «fondazionali» della vita si collegano alle nuove prospettive etiche della «responsabilità» che emergono all’interno della civiltà tecnologica contemporanea, in contrasto sia con l’etica tradizionale o della «prossimità dei fini», sia con il convenzionalismo etico di matrice empiristica e relativistica.

Volume disponibile anche in versione elettronica. Acquista su: torrossa.it

Indice
  • Prefazione
  • 1. Il problema della «vita» e della biologia: lineamenti storici e questioni filosofiche
  • 2. Le filosofie della vita e la «rivoluzione conservatrice» nella cultura tedesca della prima metà del Novecento
  • 3. Filosofia, biologia ed etica della responsabilità in Hans Jonas
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi
L'autore
Luca Guidetti

Luca Guidetti (Reggio Emilia, 1962) è ricercatore di filosofia teoretica all’Università di Bologna. È autore e curatore di varie opere: E. Hoffmann, Il linguaggio e la logica arcaica, Spazio Libri, Ferrara, 1991; J.B. Meyer, La psicologia di Kant, Ponte alle Grazie, Firenze, 1991; M. Palágyi, Kant e Bolzano, Spazio Libri, Ferrara, 1993; Conoscenza, valori e cultura. Orizzonti e problemi del neocriticismo, Vallecchi, Firenze, 1997 (in coll. con S. Besoli); La realtà e la coscienza. Studio sulla «Metafisica della conoscenza» di Nicolai Hartmann, Quodlibet, Macerata, 1999; Il realismo fenomenologico. Sulla filosofia dei circoli di Monaco e Gottinga, Quodlibet, Macerata, 2000 (in coll. con S. Besoli); Neokantismo e fenomenologia. Logica, psicologia, cultura e teoria della conoscenza, Quodlibet, Macerata, 2002 (in coll. con S. Besoli e M. Ferrari); L’ontologia del pensiero. Il «nuovo neokantismo di Richard Hönigswald e Wolfgang Cramer, Quodlibet, Macerata, 2004; La materia vivente. Un confronto con Hans Jonas, Quodlibet, Macerata, 2007; La costruzione della materia. Paul Lorenzen e la «Scuola di Erlangen», Quodlibet, Macerata, 2008.

Pubblicazioni dell'autore
Luca Guidetti

La costruzione della materia

euro 18,70
Luca Guidetti

L'ontologia del pensiero

euro 15,30
Luca Guidetti

La realtà e la coscienza

euro 14,93
Volumi della stessa collana