Catalogo / Nelson Goodman, la filosofia e i linguaggi

Nelson Goodman, la filosofia e i linguaggi
A cura di Elio Franzini e Marcello La Matina
ISBN 9788874621798
2007, pp. 264
140x215 mm, brossura
€ 24,00
€ 20,40 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

«What is there?», «Che cosa c'è?» Van Quine trovava curioso che il «problema ontologico» potesse adattarsi al formato familiare di una domandina di tre parole (anzi, come egli si esprime, di soli «tre monosillabi alglosassoni»). Ma che dire delle possibili risposte a questa domanda? Esiste una lingua – naturale, formale, edenica, perfetta – che meglio possa dirci, o con più astuta sintassi, ciò che possiamo e dobbiamo sapere su ciò che c'è? Questo libro si propone di rispondere al quesito ontologico riflettendo sulla pluralità dei sistemi simbolici. Riferimento privilegiato è la filosofia di Nelson Goodman che può essere compendiata in queste parole: «Talvolta i filosofi confondono i tratti del discorso con i tratti del soggetto del discorso. Secondo questa linea di pensiero suppongono che, prima di descrivere il mondo in Inglese, si debba determinare se è scritto in Inglese e si debba esaminare accuratamente l'ortografia». Goodman come alternativa agli eccessi del semanticismo o come paladino di un approccio analitico all'estetica? Goodman relativista o irrealista? E che ne è, in tutto ciò, della verità?

Volume disponibile anche in versione elettronica. Acquista su: torrossa.it

Indice
  • Prefazione. In what there was
  • 1. Scenari e Interpretazioni
    • Elio Franzini, Franco Brioschi: un ricordo
    • Simona Chiodo, «Relativismo radicale» e «irrealismo»
    • Luciano Handjaras, Identità ed interpretazione dell'opera d'arte nella teoria dei sistemi simbolici di Nelson Goodman
  • 2. Forma logica
    • Wolfgang Heydrich, Defending Goodman Against himself
    • Marcello La Matina, Esemplificazione, Riferimento e Verità. Il contributo di Nelson Goodman ad una filosofia dei linguaggi
    • Paolo Valore, Due tipi di parsimonia. Alcune considerazioni sul costruttivismo e il nominalismo ontologico
  • 3. Arti e media
    • Andrea Garbuglia, Nelson Goodman e le tipologie. Verso una classificazione dei media statici e dinamici
    • Emanuela Iacono, Educare con l'arte: Nelson Goodman e l'«Harvard Project Zero Divelopment Group»
    • Sara Marilungo, Considrazioni sull'arte contemporanea alla luce della teoria dell'arte di Nelson Goodman
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi e delle cose notevoli
  • Notizie sugli autori
Volumi della stessa collana