Catalogo / Concetti analogici

Concetti analogici
L'approccio subcognitivo allo studio della mente
ISBN 9788874622122
2008, pp. 260
140x215 mm, brossura
€ 22,00
€ 18,70 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Il problema dell’analogia appartiene strettamente alla tradizione filosofica occidentale. Non è un caso che anche le moderne scienze cognitive, sulla scia dei primi passi compiuti dall’intelligenza artificiale in questa direzione, si siano cimentate nel tentativo di comprendere il ruolo e la valenza dei procedimenti analogici, ponendosi una serie di domande essenziali. Come è possibile fare un’analogia? Quali sono le caratteristiche del ragionamento analogico? In che modo e per quale ragione esso è fondamentale per la produzione di nuova conoscenza autentica? Quale rapporto c’è fra l’analogia e il suo contenuto concettuale? E per finire, vista la funzione analogica e categorizzante della conoscenza semantica, che cosa sono i concetti stessi?
Con questo saggio si è cercato di ricostruire l’evoluzione dello studio di questi problemi all’interno di un particolare approccio all’intelligenza artificiale denominato «subcognitivo» e inaugurato circa un trentennio fa da Douglas Hofstadter, l’autore del celebre volume Gödel, Escher, Bach. Il lavoro nel suo complesso costituisce, dunque, anche un itinerario all’interno del pensiero hofstadteriano, che abbraccia campi di indagine molto diversi tra loro, pur mantenendo un pervadente sottofondo filosofico. Questa è un’ulteriore conferma del fatto che la filosofia non ha smesso di interessarsi a temi che solo apparentemente possono sembrare dominio quasi esclusivo di altre discipline, quali la psicologia e le neuroscienze. In un confronto continuo con i prodotti dell’intelligenza artificiale e i risultati delle (neuro)scienze cognitive, la ricerca filosofica affronta ancora, come si è cercato di mostrare in questo libro, questioni legate al mondo del mentale: il rapporto fra mente e cervello, la natura della rappresentazione e dei concetti, la valutazione delle metodologie simulative applicate all’indagine dei fenomeni mentali e l’epistemologia delle scienze specificamente orientate allo studio della mente.

Volume disponibile anche in versione elettronica. Acquista su: torrossa.it

L'autore
Francesco Bianchini

Francesco Bianchini (Chiaravalle, 1976) è dottore di ricerca in Filosofia e svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Bologna. Si occupa di tematiche relative alla filosofia del linguaggio e della mente, alla filosofia e all’epistemologia dell’intelligenza artificiale e delle scienze cognitive. È autore e curatore di varie opere: Percezione, linguaggio, coscienza. Percorsi tra cognizione e intelligenza artificiale, Quodlibet, Macerata, 2004 (in coll. con M. Matteuzzi); Verso un’archeologia dell’intelligenza artificiale, Quodlibet, Macerata, 2007 (in coll. con S. Franchi e M. Matteuzzi); Instrumentum vocale: intelligenza artificiale e linguaggio, Bononia University Press, Bologna, 2007 (in coll. con A.M. Gliozzo e M. Matteuzzi). Le sue ricerche vertono attualmente sul ragionamento analogico, sulle teorie dei concetti e sulla teoria della computazione.

Volumi della stessa collana