Catalogo / Pubblici discorsi

Pubblici discorsi
ISBN 9788874622146
2008, pp. 252
120x190 mm, brossura con bandelle
€ 14,00
€ 11,90 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

«Secondo me, adesso io non son pratico, ma secondo me anche il capo dello stato, per il suo discorso dell’ultimo dell’anno, se lui per esempio cominciasse dicendo Cari italiani, quando comprate un uccello, guardate se ci sono i denti o se non ci sono. Se ci sono i denti, non è un uccello. Sarebbe un grande inizio, per un discorso di un capo dello stato».

«Ho un po’ vergogna a dire che questi discorsi li ho scritti molto velocemente, perché a dire così sembra quasi che me ne vanti e ho letto, tempo fa, L’elogio della follia, di Erasmo da Rotterdam, dove Erasmo da Rotterdam, se non ricordo male, prendeva in giro quelli che si vantavano di aver scritto i loro libri molto velocemente. Io non me ne vanto, però li ho scritti molto velocemente, questi discorsi pronunciati nel corso degli anni e che trattano: delle biblioteche come agenzie ippiche; di Enzo Jannacci come uno tra i principali scrittori italiani contemporanei; della traduzione in una lingua inventata; del rapporto tra storia e letteratura; del tentativo fallito di esaurire la città di Scandiano; di un posto in cui non tira il vento ma si alza un mite grecale; di Cesare Zavattini; dell’inizio di Anna Karenina; della fine di Anna Karenina; delle bandiere anarchiche». – P. N. (p. n.).

L'autore
Paolo Nori

Paolo Nori, nato a Parma nel 1963, ha pubblicato dei romanzi, il quarto si intitola Diavoli (Einaudi 2001), il quartultimo Noi la farem vendetta (Feltrinelli 2006).Per Quodlibet ha curato la raccolta di poesie di Velimir Chlebnikov, 47 poesie facili e una difficile (2009) e il romanzo di Venedikt Erofeev, Mosca-Petuškì. Poema ferroviario (2014).

Volumi della stessa collana