Catalogo / Uguale ma diverso

Uguale ma diverso
Il mito dell'equivalenza nella traduzione
ISBN 9788874622535
2009, pp. 208
140x215 mm, brossura
€ 18,00
€ 15,30 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Che cos’è una traduzione? Che relazione intrattiene con ciò che chiamiamo “originale”? Per rispondere a queste domande occorre in primo luogo cercare di comprendere che tipo di relazione è la traduzione, per dare un nome ad un rapporto con l’“originale” che non può essere né di assoluta uguaglianza né di assoluta diversità. La lunga storia della traduzione ci dice che a questa relazione sono stati dati diversi nomi: da quello di “fedeltà” e di “libertà” delle prime riflessioni sul problema, fino al più specifico modo di intenderlo, nelle teorie contemporanee, come “relazione di equivalenza”. Quest’ultimo tentativo è al centro della ricerca presentata in questo libro, che lo sottopone a una serrata analisi critica per evidenziarne tutte le debolezze. Dall’altro lato, il lavoro cerca di far emergere un percorso alternativo che proponga un nuovo modo di intendere il concetto di equivalenza, basato su uno “sfondo comune”, una base condivisa capace di render conto della traduzione nella differenza.

Il volume ha ricevuto la Menzione speciale del Premio di filosofia "Viaggio a Siracura" 2009. Volume vincitore del premio "Antonella Musu" 2010 per un’opera di un giovane autore italiano contemporaneo; nell'ambito del "XIV Premio Filosofico Castiglioncello".

Indice
  • Introduzione
  • I. Di equivalenza si può parlare in molti modi
  • II. L’unità di traduzione
  • III. Avere lo stesso significato
  • IV. L’invarianza del valore - Bibliografia
  • Indice dei nomi
L'autore
Francesca Ervas

Francesca Ervas è dottore di ricerca in Filosofia presso l’Università Roma Tre. Attualmente svolge attività didattica presso l’Università Roma Tre ed è professore a contratto presso l’Università di Cagliari. I suoi interessi si collocano nell’area della filosofia del linguaggio e riguardano, in particolare, la teoria della traduzione e i rapporti tra semantica e pragmatica. Ha pubblicato per Edizioni Sapere il volume Dare un nome nuovo alle cose. Il principio di traducibilità (2008) e numerosi saggi critici. È in corso di pubblicazione un quaderno monografico, Traduzione, terra di nessuno, per la rivista «Paradigmi» (2009).

Volumi della stessa collana