Catalogo / Le voci della ragione

Le voci della ragione
Teorie della razionalità  nella filosofia americana contemporanea
ISBN 9788874622665
2009, pp. 260
140x215 mm, brossura
€ 22,00
€ 18,70 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Il libro ricostruisce il profilo evolutivo del dibattito sul concetto di razionalità nella filosofia politico-morale americana degli ultimi tre decenni, esaminando gli elementi di crisi del paradigma classico del liberalismo e ricostruendo l’emergere di approcci alternativi alla razionalità pratica. Attraverso l’esame di alcune figure chiave del dibattito contemporaneo il libro espone i capisaldi di una nuova concezione della razionalità umana basata sui criteri di articolazione, pretesa e riflessività, in cui emergono il primato epistemologico delle pratiche e del giudizio. Questa concezione della razionalità viene esaminata e ricostruita con particolare attenzione alle sue implicazioni sul piano della filosofia etico-politica e, più in generale, quale base per la riformulazione di una teoria della razionalità pratica. Il tema della razionalità delle pratiche viene poi affrontato a partire dal suo radicamento nella tradizione del pragmatismo, soffermandosi in particolare su alcune delle teorie dell’oggettività morale e della teoria della giustificazione formulate nel dibattito più recente.

Volume disponibile anche in versione elettronica. Acquista su: torrossa.it

Indice
  • Presentazione
  • Considerazioni preliminari sul concetto di razionalità
  • 1. Il paradigma dell’incommensurabilità: Thomas Kuhn e l’oblio della pratica
  • 2. Una razionalità universalizzante: ascesa e declino del concetto di ragione pubblica
  • 3. Dalle crisi epistemologiche alla razionalità delle tradizioni
  • 4. Agency, soggettività e articolazione
  • 5. La pretesa come paradigma di razionalità
  • 6. Razionalità, indagine e giudizio: una razionalità pragmatista
  • 7. Ragione pubblica e giustificazione: il ruolo trasformativo della razionalità
  • Bibliografia.
L'autore
Roberto Frega

Roberto Frega è dottore di ricerca in filosofia. Le sue ricerche attuali vertono sulla filosofia americana, classica e contemporanea, sul pragmatismo, sul ruolo epistemologico delle pratiche e sulle teorie della razionalità. È autore di due libri sulle origini del pragmatismo (Pensée, expérience, pratique, L’Harmattan, Paris, 2006 e John Dewey et la philosophie comme épistémologie de la pratique, L’Harmattan, Paris, 2006), di un libro sull’epistemologia delle pratiche professionali (Contesini, Frega, Ruffini, Tomelleri, Fare cose con la filosofia, Apogeo, Milano, 2005) e di numerosi saggi sulla filosofia americana. Con Roberto Brigati ha curato per la rivista «Discipline Filosofiche» i fascicoli Epistemologie pragmatiste (2009), Relativismo in gioco: regole saperi politiche (2007), La svolta pratica in filosofia. Vol. I. Grammatiche e teorie della pratica (2004), Vol. II. Dalla filosofia pratica alla pratica filosofica (2005).

Volumi della stessa collana