Catalogo / Le vie della distruzione

Le vie della distruzione
A partire da Il carattere distruttivo di Walter Benjamin

A cura del Seminario di studi benjaminiani

ISBN 9788874623266
2010, pp. 200
140x215, brossura
€ 20,00
€ 17,00 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Le vie della distruzione nasce dalla collaborazione tra studiosi dell’opera di Walter Benjamin, che hanno avviato un confronto a partire dal progetto di sperimentare prospettive filosofiche e politiche, poco usuali o del tutto inedite, che prendano spunto da concezioni del filosofo berlinese finora poco battute dalla critica. In particolare, il libro si occupa della questione della distruzione, che, nonostante non svolga affatto un ruolo secondario nella riflessione benjaminiana, non è stata approfondita e sviluppata in modo adeguato, forse a causa di un suo presupposto carattere controverso.
L’intenzione, tuttavia, non è soltanto di colmare una lacuna all’interno degli studi benjaminiani, in Italia e non solo, bensì – sulla scorta del “metodo” di Benjamin – di esplorare le potenzialità di un tema, quello della distruzione, che non si vuole ridurre alla tradizionale contrapposizione con il termine costruzione, da cui dipende la sua consueta accezione negativa o tutt’al più una sua banale funzione dialettica. Con questo e altri termini quali “conservazione”, “creazione”, “innovazione”, “incostruibilità”, “demolizione”, “catastrofe”, “inoperosità”, “apocalisse”, s’intende piuttosto definire una costellazione, che consenta di ampliare lo spettro semantico e la capacità ermeneutica della questione della distruzione ad autori e contesti tra i più diversi.

Saggi di Stefano Bellanda, Maria Teresa Costa, Mauro Farnesi Camellone, Dario Gentili, Gabriele Guerra, Elettra Stimilli, Tamara Tagliacozzo, Massimiliano Tomba.

Volumi della stessa collana