Catalogo / Emil Lask. Il pathos della forma

Emil Lask. Il pathos della forma
ISBN 9788874623488
2010, pp. 404
140x215 mm, brossura
€ 38,00
€ 32,30 (prezzo online)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Prima monografia completa sul pensiero di Emil Lask (1875-1915), il volume assolve sia il compito di una doviziosa ricostruzione storico-filosofica sia quello di un esame attento del patrimonio concettuale in gioco nel primo scorcio del Novecento tedesco. Allievo di Windelband e Rickert, maestro di Heidegger e Lukács, di Plessner e Szilasi, interlocutore di Husserl, Weber e Jaspers, lettore di Kant e Platone, di Plotino e Nietzsche, Emil Lask rappresentò per la sua vicenda biografica interrotta dalla Grande Guerra e per l’acutezza del suo pensiero l’esempio per un’intera generazione ed il tentativo incompiuto di rimontare all’originarietà della decisione filosofica. Raccogliendo un ambito tematico delimitato dal diritto e dalla dottrina della scienza, dalla logica formale e dalla teoria trascendentale degli oggetti, dall’ontologia e dalla semiotica, questa monografia giunge ad un ripensamento profondo della storia del trascendentale moderno come ultimo brano della storia della metafisica, in cui la domanda circa la misura acquisisce un ruolo decisivo. Pensiero aurorale della differenza tra essere ed ente – di un essere che non è, destinato com’è a valere – filosofia della forma e della distanza, del segno e delle sue differenziazioni, quella di Emil Lask riprende così finalmente voce sulla più ampia scena della nostra tarda modernità.

Volume disponibile anche in versione elettronica. Acquista su: torrossa.it

L'autore
Felice Masi

Felice Masi svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università  di Napoli “Federico II”. Ha pubblicato tra l’altro Colore/Estensione: appunti sul caso figurativo della forma (Milano, 2003), Monogramma e stile del mondo. Note su Husserl e Kant (Napoli, 2008), Le dimensioni del diritto. Emil Lask tra epistemologia, semantica e ontologia giuridica (Milano, 2009). Ha inoltre curato l’edizione italiana di E. Husserl, Sulla fantasia. Manoscritti 1918-1924 (Napoli, 2009).

Volumi della stessa collana