Catalogo / Tra bosco e non bosco

Tra bosco e non bosco
Ragioni poetiche e gesti stilistici ne "Il Galateo in Bosco" di Andrea Zanzotto
ISBN 9788874623624
2011, pp. 224
140x215, brossura
€ 22,00
€ 18,70 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Le rapide e complesse mutazioni, che per necessità si tendono a riassumere entro il fenomeno globalizzazione, hanno provocato e provocano, in ogni luogo, lo sfaldarsi di stili di vita, oltre che effetti di sradicamento, di spaesamento, di insicurezza individuale e collettiva, tali da farci diventare un po’ tutti “migranti in casa nostra”, costringendoci, di fatto, a ripensare il senso del nostro abitare, del nostro far comunità, del nostro far lingua.
Sono questioni decisive che, come tende a dimostrare questo saggio, informano le ragioni poetiche, i movimenti e i “gesti” dello stile complessivo di Andrea Zanzotto, in particolare nell’“operazione” che il poeta solighese produce per Il Galateo in Bosco.
In quest’opera l’esperienza dell’attraversare e sostare in bosco si propone quale intensa e necessaria metafora di un abitare  che – sottratto sia a forme di idillio localistico per lo più intessute di rimozioni, sia alle rigide determinazioni politico-istituzionali ed economiche del territorio – chiede ad ognuno di noi di partecipare ad una perenne venuta al mondo dei territori. È una nascita che, in Zanzotto, ha il ritmo dell’originarsi stesso di quella parola poetica attraverso cui passa la rinascita del soggetto, così come del suo più intimo abitare le lingue, i luoghi e il mondo.

Ascolta gli interventi di Giovanni Borriero e di Adone Brandalise in occasione della presentazione del volume a Schio il 23 ottobre 2011, con la partecipazione di Marisa Zanzotto e dell'autore. 

L'autore
Enio Sartori

Enio Sartori, docente di Lettere presso il Liceo Sociale “Arturo Martini” di Schio, direttore di «Trickster», Rivista del Master in Studi Interculturali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Padova, è dottore di ricerca presso il Dipartimento di Italianistica della stessa Università. Si occupa delle relazioni tra lingue, territori e migrazioni, in particolare nel Nordest. Tra le sue pubblicazioni si ricorda la prosa poetica Vedi alla voce corpo (Ellemme, Roma 1989), il saggio di antropologia culturale e religiosa Alla soglia dell’alba. Il Summano e la leggenda di sant’Orso tra mito e storia (Signum, Padova 2000), l’audiolibro di poesie in dialetto vicentino Parole suonate in controcanto (Il Narratore, Padova 2002). È anche autore dei testi dell’album di Patrizia Laquidara Il canto dell’anguana (Slang Records, Brescia 2011).

Volumi della stessa collana