Catalogo / Fenomenologia dell'intuizione e dell'espressione

Fenomenologia dell'intuizione e dell'espressione
Teoria della formazione del concetto filosofico

A cura di Vincenzo Costa
Traduzione di Armando Canzonieri

ISBN 9788874624188
2012, pp. 192
155x240 mm, brossura
€ 24,00
€ 20,40 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Il volume contiene il testo del corso tenuto da Martin Heidegger presso l’università di Friburgo nel semestre estivo del 1920. Queste lezioni costituiscono un passaggio fondamentale per comprendere la formazione del suo pensiero, e gettano luce su molti temi che riappariranno in Essere e tempo. In esse viene distesamente presentato cosa intenda l’autore per «distruzione fenomenologica», concepita come il metodo stesso della filosofia. Per Heidegger infatti si tratta sempre di ricondurre i concetti filosofici al loro processo di formazione, alla loro fonte, e dunque alla vita che in essi si esprime.
Delineando questo percorso Heidegger si misura con l’intero clima filosofico dell’epoca, da Spengler a Simmel, per soffermarsi in particolare sul trascendentalismo di Natorp e sulla filosofia della vita di Dilthey. Dal confronto critico con questi due orientamenti emerge con chiarezza perché, nell’impostazione fenomenologica di Heidegger, la storicità debba da ultimo assumere un valore fondamentale.

Indice
  • Introduzione. Lo stato del problema della filosofia
  • Prima parte. Per la distruzione del problema dell’a priori
  • Seconda parte. Sulla distruzione del problema del vissuto
  • Appendici
  • Nota del curatore dell’edizione tedesca
  • Postfazione del curatore dell’edizione italiana
  • Glossario
L'autore
Martin Heidegger

Martin Heidegger (Messkirch,1889 - Friburgo, 1976) è uno dei massimi pensatori del Novecento.

Pubblicazioni dell'autore
Volumi della stessa collana