Catalogo / Proprietà privata, proprietà sociale, proprietà di sé

Proprietà privata, proprietà sociale, proprietà di sé
Conversazioni sulla costruzione dell'individuo moderno
A cura di Ciro Tarantino e Ciro Pizzo
ISBN 9788874625260
2013, pp. 160
140x215 mm, brossura
€ 16,00
€ 13,60 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Agli inizi della modernità, la separazione della proprietà dal lavoro contrappone due modi di essere individuo: l’individuo proprietario che, come dice Locke, è anche «proprietario di sé» e la «classe non proprietaria», condannata al disprezzo attribuito a coloro che, poiché non hanno niente, non sono niente. L’abate Sieyès, principale ispiratore della Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino, vede ancora i lavoratori come «una folla immensa di strumenti bipedi, senza libertà, senza moralità, senza facoltà intellettuali, dotati solo di mani che guadagnano poco e di una mente gravata da mille preoccupazioni».
Questo volume si interroga sulla natura e sulle trasformazioni dei supporti necessari per esistere ed essere riconosciuti come individui, per accedere cioè alla proprietà di sé. In mancanza di proprietà privata, la proprietà sociale ha rappresentato un’innovazione decisiva che ha permesso la riabilitazione dei non-proprietari, assicurando sicurezza e riconoscimento a partire dal lavoro. Oggi il vacillare delle protezioni sociali fa emergere il profilo inedito di un individuo per difetto che, sganciato dalle regolazioni della società salariale che gli consentivano di essere se stesso attraverso la partecipazione a risorse comuni, sembra destinato a indossare la propria individualità come un peso.

Robert Castel

Robert Castel (1933-2013) è stato directeur d’études presso l’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi. È autore di numerose opere, tra cui, tradotte in italiano, Lo psicanalismo. Psicanalisi e potere (Einaudi, 1975), L’ordine psichiatrico. L’epoca d’oro dell’alienismo (Feltrinelli, 1980), L’insicurezza sociale. Che significa essere protetti? (Einaudi, 2004) e Le metamorfosi della questione sociale. Una cronaca del salariato (Sellino, 2007). Presso l’editore Quodlibet sono tradotti suoi testi nel volume Gino Covili, Gli Esclusi (2007).

Claudine Haroche

Claudine Haroche è Directeur de recherche al Centre National de la Recherche Scientifique di Parigi. Tra le sue opere tradotte in italiano, Storia del viso. Esprimere e tacere le emozioni (Sellerio, 1992).

Pubblicazioni dell'autore
Robert Castel

La discriminazione negativa

euro 13,60
Volumi della stessa collana