Catalogo / Una stanza all'Einaudi

Una stanza all'Einaudi
A cura di Alberto Saibene
ISBN 9788874625338
2013, pp. 160
145x210 mm, brossura
€ 14,50
€ 12,32 (prezzo online)
Altre edizioni
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

L’Einaudi è stata la più importante casa editrice italiana del Novecento. Nelle sue stanze hanno lavorato Cesare Pavese, Italo Calvino, Natalia Ginzburg. Lì hanno discusso programmi editoriali Primo Levi, Norberto Bobbio, Franco Venturi, Gianfranco Contini, per citare solo alcuni dei grandi nomi che hanno frequentato gli uffici di via Biancamano.
Luca Baranelli e Francesco Ciafaloni – due semplici redattori tra gli anni ’60 e gli anni ’80 – sono stati testimoni di quelle vicende e amici di alcuni dei protagonisti. In queste pagine rievocano due decenni di storia della casa editrice e alcuni dei momenti più drammatici: dal «caso Fofi» che spaccò in due la casa editrice nel 1963, alla crisi del 1983 che portò l’Einaudi all’amministrazione straordinaria e al fallimento di quel grandioso progetto. Una lunga conversazione con Alberto Saibene approfondisce aspetti finora trascurati delle vicende einaudiane: il funzionamento della macchina editoriale, la posizione politica della casa editrice negli anni a cavallo del ’68, l’istinto unito all’arte del comando di Giulio Einaudi.
Una ricca iconografia, perlopiù inedita, completa il volume.

Luca Baranelli

Luca Baranelli (Siena, 1936) ha lavorato dal 1962 al 1985 nella redazione di Einaudi. Si occupa da anni di Italo Calvino, di cui ha curato fra l’altro per Mondadori Album Calvino (con E. Ferrero, 1995), Lettere 1940-1985 (2000), Sono nato in America… Interviste 1951-1985 (2012). Con le Edizioni della Normale di Pisa ha pubblicato la Bibliografia di Italo Calvino (2007). Ha inoltre curato scritti di Bilenchi, Cases, Colorni, Contini, Renato Solmi, Timpanaro.
(Foto: Vincenzo Cottinelli, 2014)

Francesco Ciafaloni

Francesco Ciafaloni, nato nel 1937 in Abruzzo, ha lavorato per l’Eni come ingegnere fino al 1966, poi presso Boringhieri. Dal 1970 alla crisi del 1983 è stato redattore della Einaudi. Si è poi occupato di lavoro e di immigrati. È stato presidente del Comitato «oltre il razzismo». Ha scritto, tra l’altro, I diritti degli altri (Minimum Fax, 1998), Il destino della classe operaia (Edizioni dell’Asino, 2012). Ha collaborato negli anni con riviste come «Quaderni piacentini», «Linea d’ombra», «Lo straniero», «Una città».

Pubblicazioni dell'autore
Luca Baranelli

Compagni e maestri

euro 8,50
Volumi della stessa collana