Catalogo / Da Pascoli a Busi

Da Pascoli a Busi
Letterati e letteratura in Italia
ISBN 9788874626311
2014, pp. 520
140x215, brossura
€ 28,00
€ 23,80 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
     
StoreDB
Il libro

Alternando ritratti e panoramiche, e misurando l’attualità di autori canonici, eccentrici o dimenticati, Da Pascoli a Busi offre un ampio spaccato della letteratura italiana tra la fine dell’Ottocento e il Duemila. E il titolo non è solo uno stratagemma vivace per indicarne i confini cronologici. Infatti, occupandosi di un’epoca in cui il peso pubblico dei linguaggi letterari si è andato rapidamente riducendo, Marchesini racconta gli estremi sviluppi del rapporto abnorme che in Italia ha legato per secoli l’identità nazionale agli scrittori: scrittori che spesso, quasi a risarcire una società priva di coesione e di modelli politici comuni, da puri rappresentanti di valori estetici sono stati trasformati in veri e propri personaggi, in simboli variamente attendibili di un costume o di un modo di vivere. Ne risulta un libro in cui le analisi stilistiche fanno tutt’uno con la storia della cultura.

 Riascolta cliccando qui l'intervista a Marchesini di Fahrenheit.

L'autore
Matteo Marchesini

Matteo Marchesini è nato nel 1979 a Castelfranco Emilia e vive a Bologna. Poeta, narratore e saggista, oltre ad alcuni libri per ragazzi ha pubblicato la raccolta di versi Marcia nuziale (Scheiwiller 2009), le satire di Bologna in corsivo. Una città fatta a pezzi (Pendragon 2010), i ritratti letterari di Soli e civili (Edizioni dell’Asino 2012), e il romanzo Atti mancati (Voland 2013), entrato nella dozzina del premio Strega. Collabora con le pagine bolognesi del “Corriere della Sera”, con Radio Radicale, “Il Foglio” e il “Sole-24 ore”.

Volumi della stessa collana