Catalogo / Ancora tempesta

Ancora tempesta

Traduzione di Angela Scròfina e Ylenia Carola

ISBN 9788874626601
2015, pp. 136
150x230 mm, brossura con bandelle
€ 15,00
€ 12,75 (prezzo online)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Il titolo di questa storia, con la sua premeditata eco shakespeariana (Re Lear, III, 2), ci introduce immediatamente nella tonalità epica, amara e folle che la pervade. L’opera si articola in cinque dialoghi che l’autore, ormai anziano, intrattiene con i suoi avi, sloveni di Carinzia, qui più giovani dello scrittore che li mette in scena.
I nonni, la madre giovanissima, due zii caduti al fronte e due che si sono dati alla macchia per combattere i nazisti, sono tutti riuniti per evocare l’epopea tragica e dimenticata di una minoranza oppressa, ma orgogliosamente protagonista dell’unico episodio di guerra partigiana svoltosi entro i confini del Terzo Reich. È l’adunata degli avi, plurale proiezione della personalità e della storia dell’autore, amato e odiato dai suoi e straniero a se stesso, poiché figlio di una slovena e del nemico germanico.
Attraverso una serie di profetiche allocuzioni Handke dà espressione al proprio conflitto identitario, ma anche al silente e funesto lacerarsi della panglossiana identità europea. La nazione, «rifugio e prigione», risorge dalla tomba. «La tempesta sta ancora infuriando. Tempesta continua. Ancora tempesta».

L'autore
Peter Handke

Peter Handke è nato a Griffen (Carinzia) nel 1942, da madre slovena e padre tedesco. Considerato tra i più importanti scrittori contemporanei europei, è autore di provocatorie pièces teatrali (come Autodiffamazione e Insulti al pubblico, 1966) e di numerose opere in prosa (tra cui I calabroni, 1966; Prima del calcio di rigore, 1970; Infelicità senza desideri, 1972; La donna mancina, 1976; Canto alla durata, 1986; Il mio anno nella baia di nessuno, 1994; In una notte buia uscii dalla mia casa silenziosa, 1997; Un disinvolto mondo di criminali. Annotazioni a posteriori su due attraversamenti della Iugoslavia in guerra. Marzo e aprile 1999, 2000; La montagna di sale: una storia di inizio inverno, 2007; Saggio sul luogo tranquillo, 2012). Ha inoltre collaborato alla sceneggiatura di alcuni film di Wim Wenders, come Falso movimento (1975) e Il cielo sopra Berlino (1987).
Nel 1973 è stato insignito del premio Georg Büchner (riconsegnato nel 1999 in segno di protesta contro i bombardamenti della Nato in Serbia), nel 2009 del premio Franz Kafka e, nel 2014, dell’International Ibsen Award.

Pubblicazioni dell'autore
Peter Handke

I bei giorni di Aranjuez

euro 12,32
Volumi della stessa collana