Catalogo / Il valore delle cose

Il valore delle cose

A cura di Michele Spanò
Con un saggio di Giorgio Agamben

ISBN 9788874627097
2015, pp. 108
120x180 mm, brossura con bandelle
€ 12,00
€ 11,40 (prezzo online -5%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

In questo saggio esemplare, Yan Thomas, uno dei massimi conoscitori del diritto romano, mette in questione il primato giuridico della proprietà – definita come rapporto inderogabile tra pochi uomini proprietari e una immensa distesa di cose appropriabili – e propone una nuova e sorprendente archeologia delle «cose».
Perché qualcosa come un mercato, uno spazio in cui le cose sono scambiate contro un valore commerciale, potesse costituirsi, un gesto giuridico e istituzionale originario doveva essersi già prodotto: si tratta della santuarizzazione di un certo numero di cose qualificate come indisponibili. Le cose che non appartengono ad alcuno, sottratte al gioco dello scambio, inibite a diventare merci, identificano un’area dell’indisponibilità (al commercio, alla proprietà e all’appropriazione) e sono perciò destinate all’uso comune degli uomini. Parenti non troppo lontane degli oggi dibattutissimi «beni comuni», le cose indisponibili che Yan Thomas isola, offrono una nuova genealogia della proprietà e dello scambio, fornendo una lezione magistrale sull’istituzione giuridica del valore e su tutte quelle operazioni capaci di fare – o di non fare – di una cosa una merce.

L'autore
Yan Thomas

Yan Thomas (1943-2008), storico del diritto romano, directeur d’études all’École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi, è stato tra gli intellettuali più inclassificabili della sua generazione. Presso Quodlibet sono apparsi Il valore delle cose (2015), Fictio legis (2016) e L’istituzione della natura (con Jacques Chiffoleau, 2020).

Pubblicazioni dell'autore
Yan Thomas

Il valore delle cose

euro 11,87
Yan Thomas, Jacques Chiffoleau

L’istituzione della natura

euro 14,25
Yan Thomas

Fictio legis

euro 13,30
Volumi della stessa collana