Catalogo / L'impero degli Incas

L'impero degli Incas
El señorío de los Incas

Testo spagnolo a fronte
A cura e con un saggio introduttivo di Carla Forti

ISBN 9788874627349
2015, pp. XXXVI-332
155x240, brossura
€ 26,00
€ 22,10 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Quando nel 1550 Cieza de León conclude la stesura di El señorío de los Incas, l’impero che solo vent’anni prima si estendeva dall’Ecuador al Cile non esiste più e non ha lasciato di sé alcuna documentazione scritta. La sua storia viene scritta per la prima volta in questo libro. L’autore vi ricompone quanto ha appreso interrogando e mettendo a confronto i superstiti testimoni diretti degli eventi. Soprattutto quelli a cui, essendo la società incaica priva di scrittura, era istituzionalmente affidato il ruolo di conservare e trasmettere la memoria. La narrazione prende le mosse dalla mitica comparsa dei figli del Sole, prosegue con gli esordi, gli sviluppi e l’ascesa della potenza incaica e si conclude con la guerra civile fra i figli del dodicesimo Inca, i fratelli Guascar e Atahuallpa, che aprirà la strada alla conquista spagnola. Trovano spazio in queste pagine i miti e i riti del mondo incaico, i tratti della sua civiltà materiale e dei suoi saperi, le istituzioni e l’organizzazione del potere, la grandiosità degli edifici, le stupefacenti strade scavate nella roccia per montagne innevate e lungo abissi spaventosi, il fascino di un mondo raffinato e crudele che l’autore salva dall’oblio con rigore di storico e sensibilità di proto-antropologo.

L'autore
Pedro Cieza de León

Pedro Cieza de León nacque a Llerena (Estremadura) intorno al 1521. Si imbarcò adolescente per le Indie dove dal 1535 al 1547 peregrinò attraverso gli odierni Colombia ed Ecuador come soldato di ventura. Sorprendentemente, usava scrivere di ciò che vedeva e perciò, passato in Perù per militare fra le forze lealiste contro il ribelle Gonzalo Pizarro, fu nel 1548 nominato dal presidente La Gasca cronista de Indias con l’incarico di percorrere il paese per raccogliere testimonianze. Rientrato in Spagna all’inizio del 1551, morì di ignota malattia a Siviglia nel 1554 senza aver potuto completare la sua monumentale Crónica del Perú. Ne aveva pubblicato nel 1553 la prima parte, a carattere geografico-antropologico. Lasciava inedite la seconda parte (El señorío de los Incas), la terza (Descubrimiento y Conquista) e l’incompleta quarta parte dedicata alle guerre civili del Perù ispanico; tutte videro la luce solo fra la seconda metà del XIX e il XX secolo.

Volumi della stessa collana