Catalogo / L'idea di mondo

L'idea di mondo
Intelletto pubblico e uso della vita
ISBN 9788874627660
2015, pp. 204
120x180 mm, brossura con bandelle
€ 16,50
€ 14,02 (prezzo online)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Piccolo vademecum di un materialismo poco incline al pentimento e alla dissimulazione, questo libro raccoglie tre saggi avvinghiati l’uno all’altro come fratelli siamesi. Il primo, Mondanità, cerca di chiarire (con e contro Kant e Wittgenstein) che cosa significa la semplice parola “mondo”, con la quale indichiamo il contesto percettivo e storico in cui si svolge la nostra esistenza. Come bisogna intendere espressioni consuete quali “stare al mondo”, “il corso del mondo”, “gente di mondo”? Il secondo saggio, Virtuosismo e rivoluzione, è un minuscolo trattato politico: propone un insieme di concetti (moltitudine, esodo ecc.) in grado di affrontare la tempesta magnetica che ha messo fuori gioco le bussole cui si è affidata, dal Seicento in poi, la riflessione sulla sfera pubblica. Il terzo saggio, L’uso della vita, è l’enunciazione stenografica di un programma di ricerca sulla nozione di uso. Che cosa facciamo di preciso quando utilizziamo un martello, un lasso di tempo, un enunciato ironico? Ma, soprattutto, in che cosa consiste quell’uso di sé, della propria stessa vita, che sta alla base di tutti gli altri usi? Una ricerca in tre tappe in cui filosofia del linguaggio, antropologia e teoria politica si passano con naturalezza il testimone.

L'autore
Paolo Virno

Paolo Virno (1952) insegna Filosofia del linguaggio all’Università Roma Tre. Tra i suoi ultimi libri ricordiamo: Motto di spirito e azione innovativa (Bollati Boringhieri 2005), E così via all’infinito. Logica e antropologia (Bollati Boringhieri 2010), Saggio sulla negazione (Bollati Boringhieri 2013).

Volumi della stessa collana