Catalogo / Progettare per il futuro della città

Progettare per il futuro della città
Un laboratorio per Chieti
A cura di Alberto Clementi e Carlo Pozzi
ISBN 9788874627745
2016, pp. 252
230x215, brossura con bandelle
€ 28,00
€ 23,80 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

I lavori che qui si presentano, prodotti dal laboratorio urbano dedicato a Chieti, prefigurano un concreto modello di futuro urbanistico, pensato sì per Chieti, ma stimolante per qualsiasi media città italiana. È una combinazione bilanciata di quattro profili di sviluppo locale, espressi da quattro «città nella città», ciascuna dotata di una propria qualità identitaria e di nuove potenzialità: la Città Alta che si propone come nuova capitale culturale adriatica, grazie anche alla valorizzazione della sua dote archeologica; la Città della Piana, un’area industriale che si reintegra alla residenza, affrancandosi dalla propria condizione di periferia territoriale; la Città dei Vestini che compendia in sé le centralità pubbliche a scala metropolitana, completate dal nuovo villaggio residenziale; e infine l’Agrocittà dell’Alento, collegata alla proposta di un’Officina del gusto, che traduce in realtà produttiva la vocazione locale di spazio rurale d’eccellenza, materializzandola in una nuova forma dell’urbano, intermedia tra città consolidata e campagna.

Alberto Clementi, urbanista, è stato preside della Facoltà di Architettura di Pescara. Consulente di ministeri e amministrazioni pubbliche, ha coordinato programmi di ricerca e prodotto piani e progetti a livello territoriale e urbano. Dirige la rivista online «EcoWebTown».

Carlo Pozzi è professore ordinario di Progettazione architettonica al Dipartimento di Architettura di Pescara (che ha diretto dal 2012 al 2014) e fa parte della redazione della rivista «ArtApp». Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Ibridazioni architettura/natura (Meltemi, Roma 2003) e, con Antonello Alici, Pescara. Forma, identità e memoria della città fra XIX e XX secolo (Carsa, Pescara 2004).

Volumi della stessa collana