Catalogo / Fictio legis

Fictio legis
La finzione romana e i suoi limiti medievali
A cura di Michele Spanò
Con un saggio di Michele Spanò e Massimo Vallerani
ISBN 9788874628100
2016, pp. 120
120x180 mm, brossura con bandelle
€ 14,00
€ 11,90 (prezzo online)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Tanto la storia del pensiero giuridico che il senso comune hanno costretto la finzione al ruolo di principale antagonista della realtà, dei fatti, dell’ordine naturale e vero delle cose. L’assidua frequentazione della fiction, da un lato, e l’evidenza naturale considerata come un limite o un ostacolo alle operazioni del diritto e della tecnica, dall’altro, ne sono senz’altro le più palmari e longeve eredità. Contro queste tradizioni, Yan Thomas – in un saggio densissimo che annoda stile e metodo in modo unico – offre una vera e propria contro-storia della fictio. Mobilitando i casi che occuparono i giuristi romani, Thomas restituisce la finzione al suo statuto di tecnica eminente del diritto. Più vera del vero, la finzione è quell’arnese che i giuristi hanno impiegato per escogitare soluzioni che la “natura” o il senso comune sembravano dichiarare impossibili. Solo nel medioevo, assecondando un cambiamento di portata antropologica, la natura finirà per imporre i suoi “limiti” alla creatività così tipica del diritto romano e al modo tanto speciale che esso aveva di “creare” il mondo per trasformarlo. Questo drastico cambio di passo è indagato da Yan Thomas con tutto il rigore e la spregiudicatezza che caratterizzano il suo gesto teorico. I “naturalismi”, vecchi e nuovi, che oggi ingombrano il dibattito pubblico con la forza apparente dell’evidenza trovano in questo saggio una smentita cocente e un potente antidoto.

L'autore
Yan Thomas

Yan Thomas (1943-2008), storico del diritto romano, directeur d’études all’École des hautes études en sciences sociales di Parigi, è stato tra gli intellettuali più inclassificabili della sua generazione. È autore di saggi sulla storia della finzione giuridica, sulla costruzione giuridica della natura, sul soggetto di diritto e sulla proprietà. Tra i suoi libri ricordiamo Mommsen et l’«Isolierung» du droit. Rome, l’Allemagne et l’État (1984), Origine et commune patrie. Étude de droit public romain (1996), Du droit de ne pas naître. À propos de l’affaire Perruche (con Olivier Cayla, 2002), La Famille dans la Grèce antique et à Rome (con Giulia Sissa e Aline Rousselle, 2005), Les opération du droit (2011).

Pubblicazioni dell'autore
Yan Thomas

Il valore delle cose

euro 10,20
Volumi della stessa collana