Catalogo / Le Marlboro di Sarajevo

Le Marlboro di Sarajevo
Traduzione di Avirovic LjiLjana
ISBN 9788886570046
1995, pp. 144
120x180 mm, brossura con bandelle
Fuori catalogo
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

In ogni guerra civile emerge irreparabilmente alla luce l’inconsistenza della barriera che ancora presumiamo sussistere fra sfera pubblica e dimensione privata degli uomini. Per gli abitanti di Sarajevo il fronte è alla finestra, sotto casa, a scuola o al mercato, s’interpone fra vicini di casa, fra vecchi amici o addirittura fra marito e moglie. Jergovic, giovane scrittore nato a Sarajevo nel 1966, ha ricostruito in tante piccole storie in prima persona e no, vere o forse talvolta solo verosimili, decine di vicende, situazioni, relazioni, cogliendole sul punto del collasso, sull’orlo del definitivo disfacimento a tributo totale di una catastrofe pubblico/privata che, in questi termini, e non solo nella forma eclatante di una minaccia bellica, riguarda ogni europeo.

L'autore
Miljenko Jergovic

Miljenko Jergovic, è nato a Sarajevo nel 1966 e qui ha vissuto fino al 1994. Attualmente vive a Zagabria e lavora per il settimanale Nedjeljna Dalmacija (Spalato), di cui è stato corrispondente da Sarajevo nel primo anno della guerra di Bosnia. Nello stesso periodo è stato anche redattore e conduttore di un programma televisivo culturale per la televisione di Sarajevo. Da sette anni scrive articoli e reportage politici sul rock, letteratura, fumetti e cinema per diversi giornali bosniaci e croati. Per due anni è stato redattore del programma “La terra desolata” nel primo canale della radio di Sarajevo. Nel 1990 gli è stato conferito il premio ‘Veselko Ten∫era’ (Zagabria) come miglior columnist della (ex) Jugoslavia. Autore di tre libri di poesie, è alla sua prima prova come narratore, che in Croazia gli ha fruttato il premio Ksaver Ωandor Gjalski nel 1994 e in Germania (a Osnabrück) il premio speciale Erich-Maria Remarque 1995

Volumi della stessa collana