Catalogo / In divergente accordo

In divergente accordo
Scritti su Carl Schmitt

A cura di Elettra Stimilli

Traduzione di Gianni Scotto e Elettra Stimilli

ISBN 9788886570091
1996, pp. 108
120x180 mm, brossura con bandelle
€ 9,30
€ 7,90 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Jacob Taubes è una delle figure più singolari della cultura tedesca del nostro secolo. Ebreo di origine, ha insegnato storia e filosofia delle religioni negli Stati Uniti; quindi ermeneutica e giudaistica a Berlino. Qui ha partecipato attivamente al movimento studentesco del ’68, creando grande scandalo all’interno dell’Accademia. Pur essendo venuto in contatto con le maggiori personalità della cultura europea di quegli anni (Kojève, Scholem, Blumenberg, ecc.), trascorse l’ultimo periodo della sua vita in estrema solitudine, circondato soltanto da pochi amici.
La sua ricerca è sempre volta a cogliere il nesso tra teologia e politica. In questo orizzonte si colloca il suo interesse per quelle correnti religiose dei primi secoli del cristianesimo – come l’apocalittica mandea, il manicheismo, e quindi la gnosi, di cui è stato uno dei più brillanti studiosi di questo secolo – con cui l’occidente cristiano ha fatto sommariamente i conti, tacciandole, fin dal loro sorgere, di eresia. A parte la tesi di dottorato, dal titolo Escatologia occidentale, Taubes non ha mai scritto un libro vero e proprio. Ha lasciato piuttosto che la forza del suo pensiero si esprimesse attraverso la parola viva, il discorso. Questo è ciò che rende ancor più preziosa la raccolta di scritti occasionali su Carl Schmitt qui pubblicati, che è anche il primo libro di Taubes tradotto in italiano.
Taubes, ebreo, non nasconde il problema del fascino che il nazismo esercitò su Schmitt (così come su Heidegger). Anzi, cerca di comprenderne le ragioni, proprio attraverso il confronto incessante con la sua opera. Il pensiero di Schmitt viene illuminato scoprendone la parentela con Max Weber da un lato, con Walter Benjamin dall’altro, e ponendolo nel contesto della “guerra civile mondiale” di questo secolo. Ma ogni pagina di questa raccolta è anche da intendere come una rilettura insolitamente proficua della controversa categoria schmittiana amico/nemico. È questa la sfida forse più bruciante per un intellettuale ebreo, e Taubes se ne mostra pienamente all’altezza.

Indice
  • Prefazione di Elettra Stimilli
  • Carl Schmitt. Un apocalittico della controrivoluzione
  • Lettera ad Armin Mohler
  • Quattro citazioni dalle lettere di C. Schmitt ad A. Mohler
  • Lettera a Carl Schmitt
  • Da una disputa intorno a Carl Schmitt
  • 1948-1978: Trent’anni di rifiuto
  • Nota editoriale di Peter Gente
  • Bibliografia
L'autore
Jacob Taubes

Jacob Taubes (Vienna 1923 - Zurigo 1987) è stato professore di storia e filosofia della religione presso la Columbia University di New York, quindi ordinario di giudaistica ed ermeneutica a Berlino. In italiano sono state pubblicate le seguenti sue opere: Escatologia occidentale, Garzanti, Milano 1997; La teologia politica di san Paolo, Adelphi, Milano 1997; Messianismo e cultura. Saggi di politica, teologia e storia, Garzanti, Milano 2001.

Pubblicazioni dell'autore
Jacob Taubes

Il prezzo del messianesimo

euro 18,70
Jacob Taubes

Il prezzo del messianesimo

€ 18,00
Volumi della stessa collana