Catalogo / Studi sul De antiquissima Italorum sapientia di Vico

Studi sul De antiquissima Italorum sapientia di Vico
A cura di Giovanni Matteucci
ISBN 9788886570909
2002, pp. 224
140x215
€ 16,50
€ 14,02 (prezzo online -15%)
Acquista
Preferiti
  
StoreDB
Il libro

Il De antiquissima Italorum sapientia non è certo la più semplice tra le opere di Giambattista Vico. Saggio ricco di implicazioni e di spunti, talvolta in seguito corretti o taciuti, esso costituisce uno sforzo teoretico di grande momento dotato di intrinseco valore, oltre che una tappa cruciale nell’arco speculativo coronato dalla concezione della Scienza nuova. Denominatore comune dei saggi raccolti nel presente volume è di mostrare come il De antiquissima sia importante per sondare il nucleo teoretico del pensiero vichiano nel suo complesso.
Il volume si articola in tre sezioni. Nella prima (“Metafisica e verità”) il De antiquissima viene collocato in una rete di relazioni che si ramificano verso luoghi della tradizione occidentale in cui si definiscono i connotati dell’età moderna. Nella seconda (“Linguaggio e sapienza”) viene messo al centro dell’attenzione il tema del linguaggio, da cui il De antiquissima muove presupponendo una connessione diretta tra esperienza linguistica e sapienza. Nella terza sezione (“Sulla ricezione del De antiquissima”) vengono forniti importanti per comprendere la tortuosità della ricezione riservata al De antiquissima e, insieme, la sua presenza nel recente dibattito filosofico.

Indice: Giovanni Matteucci Presentazione - Paolo Cristofolini La metafora del fiume e la metafisica - Paolo Fabiani Classificazione delle scienze e principio dell’errore nel «De antiquissima» - Massimo Lollini Vico e il pensiero dell’infinito - Nicola Perullo L’umano e il bestiale. Ingegno, metafisica e religione nel «De antiquissima» - Vincenzo Vitiello Il medio assente. Sul concetto di verità nel «De antiquissima» - Leonardo Amoroso Vico e l’antichissima sapienza degli Ebrei - Davide Messina L’ingegno del traduttore: il «De antiquissima» dalla metafisica del vero alla storia della lingua - Bruno Pinchard Profondità del latino. La ricostruzione vichiana della metafisica del «Latinum» nel «De antiquissima Italorum sapientia»- Riccardo Caporali Carlo Sarchi e il «De antiquissima» - Roberto Mazzola Il «De antiquissima» nella storiografia filosofica italiana dell’Ottocento - Giovanni Matteucci «Liber metaphysicus sive transcendentalis»? Rilievi su Otto e Paci lettori di Vico

Giovanni Matteucci (1963) è ricercatore nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna. È autore di saggi su problemi concernenti il nesso tra esperienza estetica e ragione storica. In volume ha pubblicato: Anatomie diltheyane (Clueb, Bologna 1994), Immagini della vita (ivi, 1995), Per una fenomenologia critica dell'estetico (ivi, 1998)

Volumi della stessa collana