News / Letture da “Europeana” di Patrik Ourednik a Pantagruel - Radio 3 Rai

Viaggio in Europa. Sconfinamenti geografici e culturali

Come tutte le estati ritorna Pantagruel, il magazine del fine settimana di Radio 3 in 22 puntate, dal 25 giugno al 4 settembre 2022, condotte da Graziano Graziani (dal 25 giugno al 30 luglio) e da Katia Ippaso (dal 31 luglio al 4 settembre). Il nostro viaggio estivo ci porterà nel continente Europa, che esploreremo sia da un punto di vista geografico che culturale, attraversandone la storia e i tanti cambiamenti avvenuti in questi ultimi anni. E sarà proprio Europeana, la breve storia del XX secolo scritta dall'autore praghese Patrik Ourednik, portata in scena da Lino Guanciale per il Mittelfest 2021, a scandire alcuni passaggi di questa edizione di Pantagruel, come anche le poesie dei grandi autori europei.
Condotto da Graziano Graziani e Katia Ippaso. In redazione Luigi Iavarone, Cristiana Munzi, Pino Zingarelli.
In onda sabato e domenica dalle 15.00, dal 25 giugno al 4 settembre 2022. Le letture da Europeana sono alle ore 17.00. La prima sarà tenuta sabato 25 giugno da Ermanno Cavazzoni.


Il libro
Europeana è un libro straordinario, nel senso anche di molto insolito. Sono scampoli della storia europea del Novecento, accumulati come si accumulano i giornali vecchi in uno sgabuzzino. Le più diverse notizie date di seguito, con pari importanza, alla rinfusa: tragedie, progressi, scoperte, omicidi, politica, guerre… sembra ci sia tutto in questo libro, ma a pezzettini, come ritagli di un’enciclopedia, ma anche come se il ventesimo secolo, questo prodigioso e terribile ventesimo secolo, fosse ormai laggiù, distante e semisepolto con tutte le sue agitazioni, irrequietezze e idee pazze; come fosse già una civiltà antica di cui restano solo frammenti.
L’edizione originale in lingua ceca è del 2001 ed è stata tradotta con grande successo in tutte le maggiori lingue.

«E nel 1986 fu creata una bambola Barbie con la divisa a righe dei campi di concentramento con un piccolo copricapo a righe sulla testa».